Advertisement
News

Chiude il Bagutta: fine di un’epoca?

Jennifer Courson Guerra
4 luglio 2016

slider-image-two

Le saracinesche dello storico Bagutta si sono abbassate martedì 29 giugno. Quando riapriranno? Non si sa. E che fine farà il mitico premio letterario, che 89 anni fa fu inventato proprio tra quei tavoli? Gli appassionati di libri possono tirare un sospiro di sollievo: l’evento sopravvivrà e ha già trovato una nuova casa, in via Zenale 11, tra via San Vittore e corso Magenta.

La trattoria, gestita dalla famiglia Pepori, ultimamente non ha avuto una vita facile: gli Orsi-Mazzoni, proprietari dello stabile in cui si trova il ristorante, avevano deciso di rivolgersi agli avvocati per morosità. Il 14 aprile viene reso effettivo lo sfratto e due giorni dopo un altro avversario si fa strada.

Il magazine The Fashionable Lampoon ha infatti organizzato un nuovo premio, The Dot Circle, che nasce come “alternativa al Bagutta”, come dichiarato dal direttore della rivista Carlo Mazzoni. Ci troviamo dunque alla fine di un’epoca, ad un punto di svolta storico? “Mentre altre iniziative si affacciano rumorosamente nelle vie cittadine, il Premio Bagutta continuerà tranquillamente e silenziosamente a riunirsi ogni mese. il Premio gode di ottima salute”, ha dichiarato il segretario del riconoscimento Andrea Kerbaker. L’allarme sembra dunque rientrato tra critici e letterati, anche se tutti sono in attesa di sapere quale sarà il futuro della trattoria Bagutta.


Potrebbe interessarti anche