Advertisement
A modo mio

Cigar Borek turco

staff
7 febbraio 2013

Quelle in Turchia sono state fra le mie più belle vacanze. Siamo partiti in 24 amici, e su un immenso e meraviglioso caicco abbiamo solcato le limpidissime acque turche.
Ho moltissimi ricordi. Tra tutti, mi torna in mente un cuoco che cucinava benissimo ogni genere di prelibatezza turca. C’era una specialità che era la preferita da grandi e piccini ed oggi provo a raccontarvela…

Ingredienti per 10 cigar borek:
1 rotolo di pasta fillo surgelata
100 gr di feta
100 gr di ricotta
1 patata di gr 150 circa
Prezzemolo tritato a piacere
Olio evo

Tempo di preparazione: 25 minuti (20 per la preparazione + 5 per la cottura in forno)

Procedimento:
Fate scongelare la pasta fillo senza toglierla dalla confezione. Nel frattempo fate cuocere la patata al vapore. Amalgamate in una ciotola la feta con la ricotta e aggiungete il prezzemolo tritato. Quando la patata sarà cotta fatela intiepidire e incorporatela al composto mischiando bene.
Coprite un piano di lavoro con la pellicola, adagiatevi un foglio di pasta fillo, ricordandovi di coprire con la pellicola gli altri affinché non si secchino. Spennellate il foglio di pasta fillo con dell’olio evo e ripiegatelo su se stesso; quindi tagliate un grande quadrato che dividerete in 2 triangoli.
Adagiate il composto al centro di un lato del triangolo, arrotolatelo su se stesso in modo che venga ricoperto di pasta fillo, quindi piegate all’interno i lembi laterali della pasta e arrotolatelo nuovamente su se stesso fino a completare il “sigaro”.
Spennellate con olio evo e infornate per 5 minuti in forno preriscaldato a 180°.
Dopo circa 5 minuti i “sigari” saranno dorati e pronti per essere serviti su un’insalatina a piacere.

Note:
La pasta fillo si secca in un attimo. Una volta aperta, è quindi importantissimo avvolgere sempre i fogli che non si stanno lavorando con la pellicola.
La ricetta originale prevede la frittura dei cigar borek, ma preferendo la leggerezza della cottura in forno si ottiene un eccellente risultato.
L’impasto può essere variato a piacere, ad esempio si possono aggiungere gli spinaci, fermo restando che l’ingrediente principale resta la feta.

Vino consigliato:
Per accompagnare questo piatto, ho pensato a un vino che si possa accostare bene al formaggio di capra, che abbia la giusta freschezza, ma anche corpo. La mia scelta va quindi a un vino rosé e
in particolare al pluripremiato Taurosae di Vigne Irpine, un piacevolissimo vino con un bel colore rosso ciliegia, dal profumo fruttato e dal gusto fresco e intenso.

Raffella Mattioli

In questa rubrica Raffaella Mattioli propone ricette veloci, gustose e leggere per aver golosamente cura di se stessi e del proprio tempo. Inoltre, offre consigli e suggerimenti preziosi per esplorare il mondo attraverso profumi e sapori. Raffaella possiede due grandi passioni, le pietre preziose e la cucina. Della prima ha fatto un lavoro, della seconda un hobby con cui rilassarsi, giocare con le figlie e allietare gli amici.


Potrebbe interessarti anche