Collezionisti estremi: novità o riciclo?

Marica Cammaroto
5 novembre 2013

collezionisti-estremi-un-nuovo-show-con-le-ossessioni-piu-strane-su-real-time

E’ da poco in onda su Real Time la serie “Collezionisti estremi”: il programma si pone come obiettivo quello di entrare nelle case dei collezionisti più bizzarri d’America e mostrarci la vita che conducono in relazione al loro hobby portato alle estreme conseguenze. Si va dalla coppia di maniaci dei conigli di ogni forma, che tengono cadaveri di coniglietti nel freezer di casa accanto al gelato, alla famiglia (completa di figlioli di 7 e 5 anni) di body-builders fissati con la forza fisica.

Con quello che sembra un incrocio tra le serie tv già note sul piccolo schermo come “Sepolti in casa” e “Io e la mia ossessione”, RealTime non smette di stupire il proprio pubblico: i padroni di casa di questi veri e propri mausolei dedicati alla loro passione considerano la propria esistenza del tutto normale, senza rendersi conto che spesso il loro malsano hobby diventa una vera patologia che gli impedisce di avere reali contatti col mondo esterno o addirittura con amici e parenti. Vivono in una sorta di isolamento autoindotto e spesso gli va bene così.

143_4340

Quello che ci chiediamo è se  la troupe di Real Time alla fine suggerisca incontri con psicologi o se non faccia altro che alimentare la sete di fama di queste persone. Spesso ci chiediamo come queste possano condurre una vita del genere e altrettanto spesso veniamo a sapere che molti tra loro detengono Guinness World Records con tutto ciò che ne consegue in termini di media, popolarità etc. E’ giusto premiare queste persone invece che cercare di mostrare loro che stanno conducendo uno stile di vita anormale?

Non ci esprimiamo, quel che è certo è che la vostra curiosità in questi termini verrà ampiamente soddisfatta.

Marica Cammaroto