News

Colombo rinasce in via della Spiga

staff
19 settembre 2012

Non una boutique, ma una raffinata galleria creata per dare risalto al pregio delle collezioni.
Nasce sotto il segno dell’eleganza il nuovo monomarca Colombo Via della Spiga che riapre dopo un radicale restyling, con l’obiettivo di diventare la vetrina internazionale per le collezioni di borse e di piccola pelletteria
Il nuovo flaghip store del marchio milanese, progettato dagli studi Liverani-Molteni e Storage Architetti di Milano si articola su 130 metri quadrati di superficie disposti su due piani dove l’elemento luce, riscaldato dai riflessi ramati delle strutture realizzate con materiali naturali gioca un ruolo fondamentale.
In vetrina, le borse-icona che hanno reso famoso il marchio nel mondo, come il modello Odeon, costruito interamente a mano nella versione cult in coccodrillo proposto in una gamma infinita di colori. Per la primavera-estate 2013 il must have saranno le tonalità più accese.
Altra novità della prossima stagione estiva è una limited edition, versione clutch, decorata da pietre preziose. Borse gioiello, dunque, per raffinati intenditori e collezionisti che andranno in vetrina con un range di prezzi che va dai 20mila ai 50mila euro.

 

Il brand è stato acquisito dal gruppo coreano Samsung Fashion nel 2011 e ha grandi piani di espansione per lo storico marchio milanese.
Yong Ik Kim, presidente di Samsung Fashion ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di entrare, con Colombo via Della Spiga nel gotha della moda milanese; per questo abbiamo predisposto un piano finalizzato allo sviluppo del brand su scala mondiale, lasciando al negozio di Milano il prestigioso ruolo di vetrina internazionale ”.
“Pensiamo che Colombo via della Spiga, presente in Corea dal 1999”, dichiarano Massimo e Fabio Moretti, eredi dei fondatori, oggi manager dell’azienda milanese “acquisirà una valenza internazionale pari al prestigio dello stile e della qualità della moda Made in Italy. Che per tutto il mondo è sinonimo di tradizione artigianale. Quella tradizione che è stata e che sarà sempre impressa nel nostro Dna”.


Potrebbe interessarti anche