News

Confermato l’interesse di PPR per Brioni

staff
13 settembre 2011

François Henry Pinault ha ammesso l’interesse per Brioni. Il patron della holding Ppr, uscito allo scoperto sulle pagine de “Le Figaro”, non ha però voluto specificare se ha presentato un’offerta vincolante ai vertici della maison pennese. Il contratto preliminare da 350 milioni di euro, stipulato in estate tra il gruppo francese e i vertici Brioni, secondo alcuni rumors, dovrebbe essere perfezionato entro il prossimo ottobre. L’imprenditore del lusso nato a Rennes nel 1962, facendo capire che l’accordo è ancora tutto da trovare, ha ammesso di non essere il solo ad essere interessato al marchio della moda pennese: “Purtroppo, non siamo i soli ad essere interessati”. Su Brioni, che nel 2010 ha ottenuto un fatturato 170 e 180 milioni di euro, sembra siano piombati altri gruppi del lusso e fondi di investimento internazionali.
L’azienda pennese, intanto, dopo il corteo di protesta per la chiusura dello stabilimento “Donna” di Congiunti, lavora su due fronti: da un lato si pensa a come sistemare i circa ottanta dipendenti in esubero, dall’altro si cerca di potenziare immagine e mercato in Europa. Domani, mercoledì 14 settembre, è previsto un incontro tra i vertici aziendali e i sindacati per arrivare ad un accordo sul futuro dei dipendenti che fino allo scorso luglio lavoravano per la “Donna Brioni”. Il prossimo mese, invece, l’amministratore delegato Francesco Pesci sarà a Londra per un importante appuntamento. Alle 8,15 del 5 ottobre ci sarà un incontro presso il Wax Chanderls’ Hall con un dibattito che avrà come tema “Il sistema Moda Italia nel contesto competitivo mondiale”. Un ulteriore passo avanti in Europa per il gruppo Brioni dopo la recente apertura della nuova boutique in Germania, a Dusseldorf.

 

Fonte: Il Pescara


Potrebbe interessarti anche