Beauty

Contouring, mon amour!

Giovanna Lovison
25 maggio 2015

Rihanna's 1st Annual Diamond Ball Benefitting The Clara Lionel Foundation (CLF) - Arrivals

In questi ultimi mesi è scoppiata una vera e propria mania: il contouring, prima esclusiva di make up artist ed addetti del settore, ora alla portata di tutte. Da quando, un paio di anni fa Kim Kardashian ha postato sui social foto di lei al tavolino del trucco con il viso striato di creme colorate, tutte hanno voluto provare ad assomigliare alla chiaccheratissima socialite. Da quando poi la Regina del Contouring ed il suo fedele truccatore Mario Dedivanovic hanno iniziato a fare video e ad organizzare master class per spiegarene tutti i segreti, si è scatenata la corsa al prodotto perfetto.

FOTO 1

Ma di che cosa si tratta? Il contouring è una tecnica di make up attraverso la quale si scolpiscono, enfatizzano o modificano i tratti del viso grazie all’uso combinato di polveri o creme più scure e più chiare rispetto al tono di pelle. Ci sono degli accorgimenti di base da non dimenticare mai. Innanzitutto, è fondamentale iniziare con una pelle perfettamente idratata e dopo la stesura di fondotinta e correttore: solo così avrete una tela perfetta su cui lavorare. Il metodo, di per sé, è molto semplice: si applicano delle polveri più scure sulle zone che vogliamo sfinare o far apparire più incavate e, al contrario, polveri più chiare su quelle che vogliamo mettere in rilievo. In tutto ciò, non dimenticate mai di fare i conti con la forma del vostro viso.

FOTO 2

Le zone d’ombra per eccellenza sono le fossette sotto gli zigomi, dall’attaccatura delle orecchie verso i lati della bocca, i lati del naso per assottigliarlo e sotto la punta per alzarla, i lati della fronte e l’attaccatura del capelli, la linea della mandibola per scolpire l’ovale e la piccola zona appena sotto al labbro inferiore per far apparire la bocca più carnosa. Le zone da illuminare, invece, sono le parti più alte degli zigomi, il centro della fronte e tra le sopracciglia, la sommità del naso e l’arco di cupido. Per perfezionare la tecnica vi è richiesto un investimento: vi serve del tempo a disposizione e tanta pazienza per fare pratica, pennelli e spugnette adatte e prodotti ad hoc. Ultimamente tutte le case cosmetiche hanno lanciato sul mercato dei kit appositi, perfetti perché contengono tutto il necessario per un contouring a prova di selfie.

FOTO 3

Le polveri sono la scelta migliore, soprattutto se siete alle prime armi perché sono più facili da dosare e da sfumare. Nel dubbio, è meglio iniziare applicando poco prodotto per volta e procedere poi ad intensificare il tutto fino a raggiungere l’effetto desiderato. Tenete presente che lo scopo del contouring è quello di ricreare sul viso le ombre e le luci naturali e, proprio per questo motivo, è decisamente meglio usare prodotti opachi, senza shimmer o perlescenze. Per quanto riguarda la tonalità, poi, è meglio evitare terre troppo calde o aranciate che servono a scaldare l’incarnato e preferire prodotti un pochino più freddi e con un sottotono più marrone/taupe. Una volta applicati i prodotti nei punti giusti, l’imperativo è solo uno: sfumare, sfumare, sfumare, in modo da far apparire tutto il più naturale possibile. Se scegliete prodotti in crema, invece, armatevi di più pazienza e precisione e non dimenticate di sfumare all’infinito con l’aiuto di una spugnetta. Potete anche utilizzare fondotinta con tonalità più chiare e scure rispetto alla vostra ma ricordatevi che, in questo caso, l’effetto sarà più intenso e scenografico.

Anche se l’effetto artificiale è dietro l’angolo, siamo sicure che, con i prodotti giusti, il contouring presto non avrà più segreti per voi.

Giovanna Lovison
mybeautyfair.com


Potrebbe interessarti anche