Il consiglio di Simonetta

Cosa mi metto?

staff
4 marzo 2012

La frase più ripetuta dalle donne, quella che – inesorabile – ci assale almeno una volta al giorno. Abbiamo gli armadi strapieni di vestiti e vestitini, i cassetti straripanti di camicette e foulard, portagioie stracolmi di accessori e gioielli di ogni genere. Eppure, puntualmente, tra il pensieroso e il preoccupato, continuiamo a porci la stessa, fatidica, domanda: “Cosa mi metto?”.
Dal momento che anche io, ovviamente, non sono affatto immune dalla terribile patologia del “come mi vesto”, ecco il mio mini-prontuario da cui prendere spunto, per un look sempre vincente.
Caso numero uno: un invito a ristorante o una cena con amici. Personalmente preferisco un abbigliamento semplice, niente di frou-frou. Un ottimo abbinamento è quello tra leggings in pelle nera, top di seta – non bianco, ma color carne o, meglio, color cipria – che conferisce un tocco sexy ma chic, e infine un blazer, naturalmente nero. Amo molto i tessuti un po’ maschili, un panno o ancor meglio un gessato; a questo proposito adoro le giacche di Loro Piana, dal taglio impeccabile, lineare, senza fronzoli, non fashion ma sempre di classe. Il tocco finale – quello che, come sempre, dona più carattere e personalità – sarà sicuramente l’accessorio: scarpe dai tacchi alti, sensuali ma allo stesso tempo discrete, e una pochette, grande e morbida. L’ideale per la borsa è che sia addirittura colorata, in qualche tonalità insolita.
Caso numero due: una classica serata “dress code”. La scelta più ovvia sarebbe vestirsi di nero – un evergreen, ma un po’ scontato – oppure con il colore must della stagione; ma tra la miriade di abitini nel mio armadio non trovo nulla che riesca a convincermi del tutto! Allora cosa mi metto? Opto per un bellissimo abito di Alaia, in un raffinato punto di rosso con lavorazione a pizzo. Scelgo poi degli orecchini antichi, delicati e davvero sofisticati. Eccomi pronta e soddisfatta del mio look.
Caso numero tre: la valigia. Sta  arrivando la primavera, e iniziano i primi weekend al mare; ecco allora il dramma di cosa portare e la ricerca frenetica di qualcosa che sia allo stesso tempo pratico, da indossare in ogni evenienza – anche climatica! – ma anche glamour. Niente paura, scegliamo poco ma scegliamolo indispensabile: quindi via libera a jeans, canottiere, camicie e pull! Personalmente, per il mio fine settimana fuoriporta, ho scelto un paio di jeans azzurro lavato ed un paio di jeans bianchi; l’importante è portare sempre con sé i jeans preferiti, quelli ci mettono a nostro agio perchè ci donano particolarmente e ci fanno sempre sentire sicure di noi stesse. Non sapendo poi quale scegliere, mi sono sbizzarrita nei colori delle canotte: bianca, nera, grigia, bleu e anche kaki. Le ho abbinate ad una camicia in seta bianca e ad una serie di pull: un cardigan, uno con lo scollo a V ed un classico girocollo un po’ over, che sembra rubato dall’ armadio di mio marito. A questo punto mi mancava solo un blouson di pelle. Quale? Sicuramente il più classico, l’immortale: color testa moro, aderente, con tasche applicate, sciupato, che è ancor più bello. E sopra? Ovviamente il mio parka verde militare, vintage e foderato in zibellino: un vero lusso nascosto. Infine le scarpe: un paio di camperos e per le passeggiate le mie vecchie Superga bleu.
Ora siamo davvero pronte per partire!
Ah dimenticavo: un bijoux speciale, per le occasioni che abbiamo più a cuore. Io ho scelto i miei adorati orecchini a cerchio di brillanti!

 

Simonetta Ravizza