A modo mio

Crema di finferli con riso e raspadura, fra Lombardia e Piemonte

Raffaella Mattioli
8 ottobre 2015

20151006_164426[1]

Si parla tanto di cucina di territorio, bene questa ricetta ne è un perfetto esempio.
I finferli nascono spontanei nei nostri boschi, il riso è un prodotto tipico lombardo-piemontese e la raspadura è un formaggio lodigiano.
Per finire, questa ricetta tipicamente autunnale è deliziosa e leggera.

Ingredienti per 3 persone:
500 gr. di finferli
400 cl circa di latte
3 pugni di riso
Raspadura a piacere
Prezzemolo
Sale, pepe nero, olio evo q.b.
1 spicchio di aglio

Tempo di preparazione:25 minuti circa

Procedimento:
Pulite attentamente i finferli e fateli cuocere in casseruola con uno spicchio d’aglio e un filo di olio evo, salateli e pepateli.
Una volta cotti, aggiungete 200 cl circa di latte, portate ad ebollizione e passate tutto al mixer; rimettete sul fuoco e aggiungete abbastanza latte da formare una crema, poi aggiustate di sale e di pepe.
Fate bollire il riso in acqua salata, quindi scolatelo.
Componete i piatti disponendo la crema, su cui adagerete il riso, la raspadura e guarnite con una foglia di prezzemolo. Ultimate con un filo d’olio

Note:
Potete usare la crema di finferli (tenendola più densa) anche per insaporire il classico risotto.

Vino consigliato:
Un Dolcetto e in particolare il Dolcetto d’Alba dell’azienda vinicola Rizzi: dal colore rubino violaceo e brillante, si presenta con un’esplosione di fragranze floreali e note fruttate; al gusto è equilibrato e con un’ottima struttura.


Potrebbe interessarti anche