Food

Crostoli e frittelle di Carnevale

Giulia e Antonella
11 febbraio 2013

“A Carnevale…ogni scherzo vale!” Quante volte abbiamo sentito questa frase? E per carnevale non potevamo non preparare, come tradizione vuole, un bel dolce ricco di panna montata e cioccolato!
Scherzetto!….È carnevale!!! Abitando a pochi chilometri dall’affascinante Venezia, per noi il carnevale è un’istituzione, così come i dolci tipici di questa festa! Ci siamo quindi concentrate sui crostoli (o in veneziano gaèani) e sulle frittelle (frìtoe). Noi vi presentiamo entrambe le ricette. Ora non vi resta che scegliere la maschera giusta e divertirvi!

Crostoli o gaèani:
Ingredienti (per 6 persone):

4 uova intere
1 1/2 hg di zucchero
1 1/2 hg di burro
1 bicchierino di rhum (o acquavite o cognac)
Sale q.b.
Farina q.b. (io ne uso 300g)
Vaniglia
Una bustina di lievito in polvere
Zucchero a velo
Olio di semi di mais (per friggere) o strutto

Tempo di preparazione: circa 45 minuti

Procedimento:
Su una spianatoia versate la farina e nel centro rompetevi le uova. Impastate aggiungendo il burro lasciato ammorbidire a temperatura ambiente, lo zucchero, il lievito, la vanillina, il rhum e un pizzico di sale. Lavorate il tutto con le mani fino a ottenere un impasto sodo ed elastico. Date all’impasto la forma di una palla, sistematela in una terrina e lasciatela riposare coperta da un canovaccio leggermente inumidito per un quarto d’ora in un luogo tiepido e lontano da correnti d’aria.
Successivamente stendete la pasta con un matterello, in modo da ottenere una sfoglia molto sottile. Poi, con l’aiuto di un coltello o con l’apposito utensile tagliapasta, ricavate delle strisce di pasta larghe circa due dita.
In una padella (possibilmente di ferro), scaldate abbondante olio (o, come vorrebbe la tradizione veneziana, dello strutto) e friggetevi velocemente i gaèani.
Prelevateli con l’aiuto di una schiumarola e, ancora caldi, spolverizzateli con lo zucchero a velo. Quando saranno freddi, disponeteli a strati su un vassoio: il primo strato in un senso, il secondo strato nel senso opposto e così via fino a esaurimento.
Prestate molta attenzione perché, essendo molto fragili, potrebbero rompersi.

Frìtoe veneziane:
Ingredienti (per 6 persone):

400 g di farina
100 g di uvetta sultanina
1 cucchiaio di zucchero
2 uova
1 bicchiere di latte
1 bicchierino di rhum
30 g di lievito di birra
Sale q.b.
Olio di arachide per friggere
Zucchero a velo o zucchero semolato

Tempo di preparazione: circa 45 minuti + il tempo di lievitazione

Procedimento:
Sciacquate l’uvetta e fatela ammollare in acqua tiepida. Sbriciolate il lievito in una tazza e uniteci 3 cucchiai di acqua tiepida.
Setacciate la farina in una ciotola e mescolatela con lo zucchero e un pizzico di sale. Disponetela a fontana e incorporatevi le uova, il rhum e il lievito diluito. Mescolate gli ingredienti, aggiungendo il latte tiepido, quanto ne serve per ottenere una pastella densa. Scolate l’uvetta e asciugatela.
Mettere il composto in una ciotola con un coperchio e lasciatelo lievitare in un luogo tiepido fino a quando il suo volume non sarà raddoppiato.
Mettete sul fuoco una padella con olio molto abbondante e, quando sarà ben caldo, versatevi l’impasto dosandolo con un cucchiaio. Quando le frittelle avranno assunto un colore piuttosto scuro, toglietele dal fuoco, asciugate l’olio in eccesso e spolverizzatele con lo zucchero a velo o se preferite zucchero semolato fine.
(Giulia e Anto)

Idee per la tavola:
Per la tavola, ci siamo ispirate alle mascherine che ci circonderanno il martedì grasso: una festa di bambini, la cui protagonista sarà una simpaticissima principessa! Il colore della tavola perciò ruoterà tutto attorno al rosa, dai toni chiari a quelli scuri.
Ecco quindi una simpatica tovaglia in tulle bianco, su cui abbiamo applicato (con la colla a caldo) dei coriandoli di carta colorata rosa scuro.
Piatti e bicchieri di plastica nelle versioni rosa e trasparente. In un angolo della tavola un cestone che mette a disposizione di tutti (grandi compresi!) una miriade di stelle filanti e trombette. Come dite? I coriandoli? Si, ci sono, ma ad uso esclusivo dei giochi da fare in esterno!
Buon divertimento a tutti!
(Anto e Giulia)

Svolazzi – Giulia V. & Antonella B.

Giulia e Antonella, due amiche: una architetto, l’altra avvocato. Entrambe con la passione per il buon gusto e l’eleganza. Amano inoltre organizzare eventi, sia piccoli che grandi, curando ogni singolo dettaglio. Nei loro blog www.svolazzi.it e svolazzieventi.blogspot.it condividono idee e ricette e si adoperano affinché ogni singolo evento possa definirsi unico e personale, cercando di renderlo davvero indimenticabile.


Potrebbe interessarti anche