Leggere insieme

Cucù! & Chi ha mangiato l’animaletto?

Marina Petruzio
28 marzo 2015

image1

All’inizio son buchi, poi vere magie.
Sono i due cartonati di Hector Dexet, Cucù e Chi ha mangiato l’animaletto?, pubblicati da Lapis edizioni per i più piccoli.
Esplorato, il buco acquista una dimensione molto particolare.
È un posto dove mettere sicuramente il dito, prima uno per provare e così, col tempo, dito dopo dito, si finisce per conoscere la propria mano, un posto affascinante, un luogo da conoscere.
Magicamente il dito, entrandoci, non mostra una parte di sè, sparisce per un pò per ricomparire dall’altra parte, accompagnato da una voce che dice Cucù! Ma non solo: dice fidati, dice gioco, dice magia!
Il dito, entrandoci, può essere catturato ed anche un po’ tirato, con una voce che dice: L’ho preso!, cosa che dà anche un po’ di emozione da fiato sospeso.
Il dito non sparisce, la mamma, o chi per essa lo ritrova, là sotto si può trovare una persona del cuore.
Quel che sembra a volte non è, e basta girar la pagina per scoprirlo con un altro Cucù!: le ciliegie han tanti occhi, son simpatiche ma se giriamo la pagina scopriamo un mondo giallo di sole pieno, di bruchi, uccelli ed uccellini, addirittura pipistrelli, gufi e cervi servizievoli con degli occhi che ti sembra di aver già visto…e con un Cucù li hai scoperti! Formiche che nascono nelle uova e dietro il formaggio? Cucù! Un topolino panzuto ci informa che uno spuntino non ci starebbe male…
Ed alla fine due buchi invitano ad essere il bimbo il protagonista del gioco-libro o gli occhi della ciliegia.

image1_1

Chi ha mangiato l’animaletto? Ha buchi grossi, ci si può perfino infilare un piede, metterselo in testa per provarle proprio tutte, le sensazioni che da il buco! O metterci il proprio viso per vedere l’effetto che fa stare nella pancia di un animale, di un bruco, un orso, l’uccello nero, in un susseguirsi di situazioni e colori.
Tanti colori e una coccinella finita nella pancia di un animale sempre diverso, ti sembra di poterla prendere ma lei sta là, in fondo all’ultimo buco…c’è un mondo prima di raggiungerla! E la risposta, alla domanda della copertina che si fa via via incalzante, pagina dopo pagina, anche se mai ripetuta, propone ogni volta-pagina un animale diverso o nega la possibilità che sia stato proprio proprio lui, accompagnata con vigorose scosse di capo.

I libri gioco sono così racconti da leggere e da esplorare con gli occhi e con le mani, con tutti i sensi e dove ognuno di essi trova la sua parte di appagamento, di gioia.
Sono sorprese visive, libri che si trasformano, che proprio l’utilizzo del cartone, che può per sua caratteristica essere scavato, intagliato, sovrapposto, fa diventare delle vere e proprie sculture.
E nel frattempo si cresce e leggendo si gioca e giocando si impara e si rafforzano le proprie abilità e competenze.

Marina Petruzio

Cucù! E Chi ha mangiato l’animaletto?
di ed illustrati da Hector Dexet
Ed.: Lapis edizioni
www.edizionilapis.it
Euro: 12,50 e 11,50
Età di lettura: per tutti quelli che han voglia di metterci il dito!


Potrebbe interessarti anche