Green

Da Ecomondo alla nuova foresta di Stefano Boeri: le news green di Novembre

Alessandra Buscemi
4 novembre 2017

L’evento dedicato alla green economy
Dal 7 al 10 novembre Italian Exhibition Group organizza a Rimini il più importante appuntamento fieristico dell’area Euro-Mediterranea per un settore da 200 miliardi di fatturato, Ecomondo. Alla giornata inaugurale è atteso il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. I saloni sono in sintonia col futuro all’insegna della sostenibilità globale: si presentano con numeri di rilievo assoluto che fanno dell’appuntamento di IEG il leader per green economy e circular economy nell’area Euro-Mediterranea. “Più prodotto e meno rifiuto” è il concetto cardine della fiera. Efficienza dei processi e riprogettazione dei materiali per renderli più durevoli, meglio riparabili e meglio riciclabili o valorizzabili a fine vita, sono le azioni chiave da mettere in campo, in uno scenario di transizione verso l’economia circolare già assunto come impegno prioritario dalla Commissione Europea.

Il bosco verticale arriva anche a Parigi
L’architetto Stefano Boeri replica nella capitale francese il suo lavoro milanese: infatti il progetto La Forêt Blanche è stato decretato vincitore del concorso Marne Europe – Villiers sur Marne. Si tratterà di una torre alta 54 metri dalla struttura interamente in legno. Le facciate dell’edificio saranno ricoperte di verde, per la precisione 2000 tra alberi, arbusti, piante, per un equivalente di 1 ettaro di foresta a fronte del lotto di terra su cui sorgerà l’edificio che occupa 1 decimo dello spazio. Il bosco verticale parigino sarà ad uso misto: residenziale nei piani alti, uffici e servizi commerciali nei piani inferiori. Terrazze e balconi spunteranno su tutte e quattro le facciate. L’orientamento è pensato per garantire luce naturale e ventilazione tutto il giorno, oltre che un panorama mozzafiato sulla città.

Gli oli essenziali delle erbe per diserbare naturalmente le infestanti
Qualsiasi pianta che cresca in un ambiente abbandonato diventa un’erbaccia”, ha scritto Richard Mabey nel suo “Elogio delle erbacce”. Un gruppo di ricercatori creativi di Pavia ha pensato a un rimedio per contrastare in maniera naturale le erbe infestanti. È stato infatti sviluppato un erbicida ricavato dagli oli essenziali delle stesse erbacce. “Nessuno sino ad ora aveva pensato di usare gli oli essenziali estratti da erbacce per combattere le stesse erbacce”, ha spiegato Stefano Benvenuti, ricercatore dell’ateneo. Insieme ai suoi colleghi ha individuato cinque specie da cui sono stati estratti oli essenziali particolarmente efficaci: l’achillea (Achillea millefolium), l’assenzio annuale (Artemisia annua), l’assenzio dei fratelli Verlot (Artemisia verlotiorum), la santolina delle spiagge (Otanthus maritimus), e la Nappola (Xanthium strumarium).


Potrebbe interessarti anche