Green

Da Samanà a Milano: le news green di gennaio

Alessandra Buscemi
12 gennaio 2018

A Samanà inizia la stagione delle megattere
Da metà gennaio a metà marzo, dopo un lungo viaggio che inizia nelle gelide acque del nord, in Groenlandia o in Islanda, arrivano nell’estremo nord est della Repubblica Dominicana oltre 10 mila megattere che scelgono questa baia per l’accoppiamento. Da qualche anno i ricercatori stanno lavorando alla schedatura e alla catalogazione delle diverse specie di balene che abitano quest’area protetta, dichiarata dal governo “Santuario dei Mammiferi Marini”. Anche sulla terraferma sono presenti due punti di interesse per gli amanti delle balene: il Centro di Osservazione Terrestre delle Balene di Punta Balandra e il Museo delle balene, dove scoprire i segreti della migrazione delle megattere e guardare da vicino lo scheletro di un’enorme maschio di megattera. L’osservazione dei cetacei è un’ottima occasione per esplorare Samanà, un angolo di paradiso caraibico, caratterizzato da una grande varietà di paesaggi, che spaziano da spiagge bianche da sogno a lussureggianti foreste di mangrovie e spettacolari cascate.

La passione per la bici da HUG
Se tra i buoni propositi nel nuovo anno c’è quello di essere più green e usare più spesso la bici, allora dovete conoscere HUG, un nuovo spazio a Milano – dove sorgeva un’antica fabbrica di cioccolato – in cui lavorare, riposarsi, fare networking, pranzare al bistrot e, naturalmente, essere immersi nel mondo delle bici grazie a una community di amanti delle due ruote, Wonder Ride che lavora a stretto contatto con Hug. Si organizzano percorsi in bici a Milano per scoprire i suoi quartieri: Isola, Lambrate e i Navigli tra street art e scorci inediti, ma anche appuntamenti di cicloturismo per uscire dalla città e ritrovare il verde, le vie d’acqua e la natura. Hug è ciclofficina per rimettere in sesto la tua bicicletta ed effettua anche il servizio di noleggio.

L’anno dell’economia circolare
Economia circolare è un termine che sentirete sempre più spesso e che definisce un sistema economico pensato per potersi rigenerare da solo. Si applica alla finanza, all’industria ma anche alla moda: ne è un esempio Lablaco GIVE (lablaco.com/give), la prima Fashion Giveaway App globale che incoraggia la condivisione di capi nuovi e usati e sensibilizza sul tema del consumo ambientale legato all’industria dell’abbigliamento. Ha nel suo DNA non solo un senso profondamente etico e responsabile, ma anche divertente: permette a chiunque di regalare capi del proprio guardaroba o ricevere gratuitamente quelli degli altri, incoraggiando il riutilizzo di capi e accessori che altrimenti andrebbero dismessi. Tra le prime adopters, l’influencer Ludovica Valli che è diventata una GIVER, offrendo una delle sue felpe preferite ai suoi follower e contribuendo così a risparmiare 20.000 litri di acqua.


Potrebbe interessarti anche