Dal 3 luglio il nuovo programma “Studio5”, condotto da Signorini, che celebra i 30 anni di storia di Canale5!

Rosa Vittoria
3 luglio 2013

Da mercoledì 3 luglio, in prime-time, Canale 5 ripercorre i suoi 35 anni di storia in 6 puntate con il nuovo programma “Studio 5” condotto da Alfonso Signorini. Il mood sembra essere nostalgico – commemorativo, con la riproposizione di materiali d’archivio come backstage e filmati inediti. Un caleidoscopio di immagini, aneddoti e curiosità sui programmi che hanno fatto la fortuna di questa emittente – La Corrida, TeleMike, Maurizio Costanzo Show, solo per citarne qualcuno – e sugli indimenticabili mattatori che già dagli anni 80 avevano creduto nel progetto della allora novella emittente televisiva: Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, Corrado, Mike Buongiorno e tantissimi altri. In studio, ogni puntata, si avvicenderà un parterre prestigioso di volti storici e più recenti che rivivranno i momenti professionali, a Canale 5, più divertenti ed emozionanti e carrambate con vecchi colleghi di lavoro.

E’ lo stesso conduttore ad annunciare su TV Sorrisi e Canzoni, Il Giornale e Libero, che nella prima puntata Marco Bocci con la sua band eseguirà Gianna di Rino Gaetano. Inoltre, un imperdibile Fiorello che mostrerà i filmati più curiosi degli anni a Mediaset, a iniziare dal Karaoke; ed ancora: Gerry Scotti con le ex-letterine , Valeria Marini e Max Spezzali. Signorini anticipa anche che nel corso delle diverse puntate vedremo Maria De Filippi che incontrerà il suo primo fidanzato che non vede da 40 anni ed Enrico Mentana che commenterà l’esordio tragicomico del Tg5.
Ovviamente il tutto non potrà non essere condito anche dalle storie personali che appassionano gli amanti del gossip: Belen Rodriguez e Stefano De Martino (per la prima volta insieme sugli schermi), Emma, Moreno e molti altri.

Tra gli ospiti delle puntate successive previsti anche Federica Panicucci, Simona Ventura, Barbara d’Urso, Paola Barale, Marco Columbro, anche se alcuni di questi nomi devono essere ancora confermati.

Rosa Vittoria