Food

Davide Oldani e il suo tributo ad Aman Venice

Carlotta Molteni
25 maggio 2016

Aman Canal Grande Venice - Exterior (2nd fr right)

Nel palazzo del sedicesimo secolo Papadopoli di proprietà della famiglia Arrivabene Valenti Gonzaga dal settembre dello scorso anno è possibile gustare piatti ideati e creati dello chef stellato Davide Oldani, consulente culinario di Aman Venice. 

Il ristornate, a cui si accede attraverso la sala da ballo, è suddiviso in due altrettanto suggestive dining rooms, identificate dai toni cromatici che primeggiano negli arredamenti, gialli e rossi: la prima è impreziosita da un imponente caminetto e dall’affresco di Cesare Rotta, con vista sul canale, mentre la seconda è connotata da tappezzerie in seta rossa ed il panorama si apre sul giardino bordo canale, dove è possibile cenare durante la stagione estiva.

oldani-k4o-U431001091995946NUD-620x385@Cucina-Web

Il menu segue la stagionalità e la disponibilità delle materie prime e degli ingredienti, molti dei quali di provenienza regionale, perché la freschezza e l’eccellenza non passino in secondo piano nell’ideazione delle pietanze, sotto l’egida dell’executive chef Akio Fujita, di origini giapponesi, prima sous chef alla Locanda Maragon ed allo stellato Dolada della famiglia De Prà.

Davide Oldani affianca dunque ora Akio Fujita, portando con sé a Venezia la cucina pop ed innovando il menu con otto piatti, quali omaggio alla Serenissima ed al Veneto, tra cui lo Sgombro ‘in saor’, aceto di limone e panella di ceci, Zafferano e riso, creato in onore di EXPO 2015 e la irrinunciabile Cipolla caramellata, Grana Padano caldo e freddo.

 

AMAN VENICE
Palazzo Papadopoli
Calle Tiepolo 1364
Sestiere San Polo
Venezia 30125, Italia


Potrebbe interessarti anche