News

Debutta a New York il Marni Edition store

staff
6 dicembre 2011


Marni ha inaugurato un nuovo Marni Edition store di circa 250 metri quadri a New York, nel cuore del Meatpacking district. Lo spazio segue un nuovo concept, creato per le collezioni Marni Edition e presentato per la prima volta a Hong Kong. A New York saranno presenti anche le collezioni uomo e children. Il design è temporaneo, uno spazio pre-esistente vestibile con un’altra identità per un tempo determinato.
Il concept affronta una nuova sfida che lega etica ed estetica al fine di recuperare risorse per supportare le attività di giovani artisti e di sperimentare diverse collaborazioni e modalità di comunicazione all’interno dello spazio. La scelta del team creativo risulta essere anche etica, manifesta nell’attitudine contemporanea di agire con maggiore attenzione verso l’ecologia e la sostenibilità.
Il negozio collega due volumi architettonici pre-esistenti e integra un passaggio pedonale, racchiudendolo tra due entrate. Il wallpaper, che ricopre parte di questo passaggio, è la memoria e il risultato delle incursioni video dei Pastis nel laboratorio creativo di Marni a Milano.
Marni ha scelto il linguaggio dei Pastis, un duo di artisti contemporanei nato nel 2006, costituito dai fratelli Marco e Saverio Lanza, e li ha invitati a filmare il “Making of” del concept del negozio, ricreato in un enorme spazio alle porte di Milano. Il video è stato trasformato successivamente in immagini che sono state stampate su un wallpaper visionario.
Grandi vetrate su due lati e quattro aperture nel soffitto permettono una visuale orizzontale e verticale che va oltre lo spazio architettonico. Le luci, incassate nel soffitto, leggere e semplici, delineano la forma triangolare dello spazio. Il pavimento in cemento naturale crea contrasto con i tappeti grigi in PVC.
Il concept è riconoscibile per la semplicità di realizzazione, per la facile reperibilità dei materiali e per la possibilità di ri-utilizzare alcuni arredi esistenti.
Gli espositori delle collezioni ready-to-wear sono realizzati con tubolari e profilati in ferro, saldati, imbullonati e legati tra loro dalle cerniere in acciaio, che sottolineano la snodabilità degli elementi. Modulari e aggregabili in differenti configurazioni, garantiscono diverse soluzioni espositive.
Un sistema di lastre in acciaio, dedicato agli accessori, intervalla gli espositori del ready-to-wear. I camerini free-standing in acciaio satinato sono laccati fucsia all’ interno. Alcuni sono stati ribaltati, allestiti su ruote e posizionati in diversi punti del negozio, sottolineando il concetto di continua evoluzione dello spazio.
Gli espositori dedicati agli accessori sono realizzati in lamiera metallica naturale, verniciata e microforata e si snodano, come un canale tecnico, all’interno dello spazio abbinati a display in fibra di vetro. I moduli, semplicemente imbullonati tra loro, possono essere smontati con facilità, per essere ri-assemblati in diverse configurazioni.
L’area stock diventa parte integrante e elemento architettonico del negozio. Il magazzino usa gli stessi materiali dell’area espositiva ma con un formato diverso. La struttura, su un pavimento arancio fluo, rimane visibile.
Marni riconferma la sua scelta di sperimentare e di dare spazio a nuove idee.


Potrebbe interessarti anche