Architettura

Dentro alla nuova boutique Dolce&Gabbana a Venezia

Nicola Di Martino
16 giugno 2017

Continua la missione di esaltazione e valorizzazione delle bellezze italiane di Dolce&Gabbana, il cui motto #orgogliosidiessereitaliani ha trovato un nuovo riscontro nella recentissima apertura della boutique-palazzo a Venezia in Calle Larga XXII marzo in una cornice mozzafiato come quella di Palazzo Torres.

Il progetto a cura di Eric Carlson dello studio Carbondale è nato sulla base di rispettare, preservare e valorizzare la storicità della location che risale al 1800, lasciando le magnifiche decorazioni degli interni ma allo stesso tempo affiancandone altre realizzate da eccellenti maestranze veneziane, creando una combinazione di tradizione e modernità.

Varcate le porte del palazzo ci si trova nella parte nobile circondati da boiserie decorate, marmi, affreschi, tappezzerie e specchi barocchi, ma l’occhio non può non cadere sul maestoso chandelier in vetro di Murano.

Ad aiutarci nell’orientamento all’interno della boutique è la pavimentazione che, con straordinari intarsi multicolore di marmi antichi, segna la disposizione delle collezioni.

Nell’area dedicata all’universo femminile troviamo mosaici e marmi color rosso levanto mentre per la collezione uomo abbiamo marmi e pareti verde menta; per la sezione accessori padroneggia il colore oro con mosaici in vetro ed oro ed infine per la collezione Fine Jewellery vediamo protagonisti per la pavimentazione il marmo nero marquinia mentre per le pareti un mosaico di vetro blu scuro con decori in foglie d’oro.

Per onorare la città e ricordare la celebre apertura, la maison ha realizzato una collezione speciale di foulard in seta con temi ispirati alla Serenissima.

Una vera e propria dichiarazione d’amore per la città lagunare dove tra contemporaneità, tradizione, trompe d’oeil e decori barocchi ci si ritrova in un’atmosfera d’altri tempi che ben si mescola con la geniale creatività di Dolce&Gabbana che la rivisita in chiave moderna.


Potrebbe interessarti anche