Arte

Dentro Caravaggio, un’autobiografia di immagini a Palazzo Reale

Elisa Monetti
14 ottobre 2017

CARAVAGGIO Giuditta e Oloferne

A Milano si è alzato il sipario su una mostra superba e innovatrice quanto l’artista che ne è protagonista: Dentro Caravaggio, coprodotta da Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale e MondoMostre Skira con il sostegno del Gruppo Bracco, occuperà le sale di Palazzo Reale fino al 28 gennaio 2018 con 20 capolavori dell’artista meneghino.

Opere di fortissimo impatto in un allestimento minimale che lascia tutte le parole alle tele, provenienti da moltissimi musei nazionali e internazionali, riunite per la prima volta in un’esposizione di raro prestigio. L’evento rappresenta la fiera testimonianza di una lunga serie di studi diagnostici delle tele del Caravaggio cominciati nel 2009 su iniziativa del MiBACT, che hanno portato alla luce inaspettate verità sul modus operandi di un artista che, a più di 400 anni dalla morte, riesce ancora a sorprendere.

Il compito di rendere tali scoperte fruibili al vasto pubblico è stato affidato a degli schermi che, sul retro di ogni opera, come una quarta di copertina, raccontano tramite scritte e immagini gli intrighi e i segreti nascosti sotto al dipinto.

  • CARAVAGGIO San Francesco in meditazione RM Galleria Barberini Corsini

  • CARAVAGGIO San Giovanni Battista RM Gallerie Nazionali Arte Antica Gall. Corsini

  • CARAVAGGIO La Buona Ventura

  • CARAVAGGIO Sacrificio di Isacco

  • CARAVAGGIO San Francesco in estasi

  • CARAVAGGIO Riposo durante la fuga in Egitto

  • CARAVAGGIO Marta e Maria Maddalena

  • CARAVAGGIO Salomé con la testa del Battista

  • CARAVAGGIO Martirio di Sant’Orsola

  • CARAVAGGIO Flagellazione

  • CARAVAGGIO Ritratto di un cavaliere di Malta

  • CARAVAGGIO San Girolamo penitente

  • CARAVAGGIO Ragazzo morso da un ramarro

  • CARAVAGGIO Incoronazione di spine

  • CARAVAGGIO San Francesco in meditazione – Ph Credits: Pietro Diotti – Nova Foto – Cremona

È proprio grazie a queste autobiografie che al visitatore è concesso ripercorrere la vita travagliata di un artista attraverso il suo pennello. Ai quadri, così rappresentati, si affida la narrazione di un’esistenza segnata da alcuni tratti caratteristici. L’istinto, spesso prevaricante sulla ragione, che nelle tele si traduce con l’abbandono del disegno di fondo in età giovanile per lasciare che l’immagine si componga guidata dalla pura ispirazione. La violenza, inferta e subita, raccontata dalle decise e ripetute incisioni che talvolta Caravaggio usava per abbozzare alcuni contorni di figure. Il tormento dell’animo che dal fondo dei bicchieri di vino diventa base dei dipinti in età adulta. Il continuo oscillare tra salvezza e dannazione, affidato nei quadri all’uso rivoluzionario di luci ed ombre che occupano la scena come vere e proprie protagoniste. E infine i ripensamenti, i cambi di direzione, che diventano mani spostate di qualche centimetro più in alto o più in basso, personaggi ingranditi e capovolti, orecchie che c’erano ma poi sono state coperte, e molto altro ancora.

Insomma non una mostra ma un’autobiografia fatta di immagini, nascosta nei fondi scuri, nelle pieghe degli abiti e nelle rughe sulle fronti. Una storia imperdibile.

 

Dentro Caravaggio
29 settembre 2017 – 28 gennaio 2018
Palazzo Reale, Piazza del Duomo 12, Milano
Orari: lunedì 14:30 – 22:30; martedì, mercoledì, domenica 9:30 – 20:00; giovedì, venerdì, sabato 9:30 – 22:30


Potrebbe interessarti anche