Design

Design 2016 | the best in show!

Luca Medici
1 marzo 2016

home

Un breve, ma completo decalogo per non perdere i pezzi di design che non dovrebbero mai mancare in una casa, un elenco che si aggiornerà per diventare un punto di riferimento da seguire con semplicità. Pezzi sparsi per accendere la fantasia e la voglia di arredare! Evergreen per antonomasia, la sedia “Serie 7” (design di Arne Jacobsen per Fritz Hansen) è un concentrato di morbido minimalismo, ma se vi piace il cinema non potete perdere la rivisitazione della classica regista “298” (design di Michele de Lucchi per Cassina), una nuova generazione di una icona di stile. Sedie senza tavolo, mai, infatti vi propongo “Oskar” (design di Vincent Van Duysen per B&B Italia), leggero e prezioso che, volendo, possiamo sostituire con un tavolo scultura dai dettagli unici come “Plinto” (design di Andrea Parisio per Meridiani). Extralong, extrasoft… extrachic, i divani sono pronti per accogliervi in totale relax, due su tutti, il nuovo “Sidney” (design di Jean-Marie Massaud per Poliform), elegante astronave dalle linee tese e “Fold” (design di Vincenzo De Cotiis per Baxter), morbida interpretazione del sofà all’italiana.

  • Lampada Tail di Fontana Arte

  • Sedie Serie 7 di Fritz Hansen

  • Sedia 298 di Cassina

  • Tavolo Oskar di B&B Italia

  • Tavolo Plinto di Meridiani

  • Divano Sidney di Poliform

  • Divano Fold di Baxter

  • Ipercolore di Porro

  • Aylon di Minotti

  • Bretagne Bed di Poltrona Frau

  • Letto Shino di Visionnaire

  • Moonline di Flos

In casa però dobbiamo anche contenere, dunque ecco un paio di madie veramente eclettiche. “Ipercolore” (design di Piero Lissoni per Porro), revival vintage dai toni decisi oppure “Aylon” (design di Rodolfo Dordoni per Minotti), moderna interpretazione di tradizione ebanistica. Dopo il relax arriva il riposo, due letti veramente cool? “Bretagne Bed” (design di Poltrona Frau R.&D. per Poltrona Frau), baldacchino in versione simple design dalle linee tese e rivisitate in chiave moderna, ma se vi piace un letto fuori dagli schemi vi consiglio “Shino” (design di Domenico De Palo per Visionnaire), morbido gigante che saprà accogliervi come un caldo abbraccio, ideale anche da centro stanza. Adesso però illuminiamo le nostre stanze con due soluzioni diverse fra loro, “Moonline” (design di Frank Sinnaeve e Stephan Gunst per Flos), linee luminose che disegnano lo spazio per creare moderne installazioni oppure “Tail” (design di Carlo Colombo per Fontana Arte), lampada da terra orientabile che crea un fascio di luce solo dove serve. Adesso dovete solo mischiare e lasciare libero spazio alla vostra fantasia, il design farà il resto!

www.my-home.biz

 


Potrebbe interessarti anche