Advertisement
Green

Diamoci da fare, seguiamo il colibrì

Marta D'Arcangelo
13 dicembre 2013

colibri luuk magazine

La strategia del colibrì” è un libro fresco di stampa, ma rievoca una leggenda antica. Alessandro Pilo, giovane autore ecologista, si ispira alla fiaba africana secondo cui questo piccolo animale contribuì a spegnere un incendio con la scarsa quantità d’acqua che poteva portare nel becco.

Alessandro ci spiega che anche noi, come il colibrì, possiamo fare la nostra parte: perché “green” non sia solo una parola, ma un fatto.

Colibri-cover

Ogni capitolo della sua guida è dedicato a un aspetto della vita quotidiana: spostarci in città ma anche nel mondo, acquistare abbigliamento e cibi, vivere nelle nostre case. I suggerimentiprovengono da ogni dove: esperienze di viaggio dell’autore, letture, consigli di amici ed esempi di soluzionigià praticate in Italia o all’estero.

Dunque, una guida per smettere di lamentarsi e passare ai fatti, diventando “eco-attivisti”. Ma anche per spiegarci che una vita responsabile non è sinonimo con privazioni e fatiche, anzi: significa vivere più pienamente e anche in modo più appagante, proprio perché acquisiamo consapevolezza delle nostre scelte.

Pilo

La strategia del colibrì” ci insegna infine che proprio nelle situazioni di difficoltà è indispensabile mettersi in gioco: l’attuale crisi – come sappiamo – non è solo economica, ma anche ecologica e ambientale, e se non contribuiamo con la nostra piccola quantità d’acqua a spegnare l’incendio, saranno i nostri figli a non poter più godere delle foreste.

Marta D’Arcangelo

“La strategia del colibrì – Manuale del giovane eco-attivista” di Alessandro Pilo, Sonda editore, pp. 200.


Potrebbe interessarti anche