Woman

Dior Cruise 2018: la femminilità Sauvage secondo Maria Grazia Chiuri

Martina D'Amelio
13 maggio 2017

Per la sua prima prova Resort Maria Grazia Chiuri sceglie il deserto della California: la sfilata Dior Cruise 2018 suggella l’heritage della Maison in un crogiolo di riferimenti country western, pensati per un’elegante cow girl metropolitana.

Ci sono le tende da ranch, le balle di fieno, le mongolfiere sulle quali campeggia la scritta Dior Sauvage. E poi ci sono la luce del tramonto e le montagne che fanno da cornice suggestiva all’ex riserva indiana Upper Las Virgenes Canyon Open Space di Santa Monica, a sud di Los Angeles. La location ideale per un rodeo, che per una sera si è trasformata nella passerella della prima linea Cruise firmata da Maria Grazia Chiuri per la Maison Dior.

Un debutto in grande stile (western): il polveroso catwalk ha accolto 83 look all’insegna di una femminilità selvaggia (anzi, Sauvage, come il nome della linea), fatta di abiti in pizzo vedo non vedo, maxi dress rosso rubino, gonnelloni Navajo, bluse crochet, jeans ricamati e ponchos in maglia e suede.

Sembra impossibile – considerato che i chilometri che ci separano da Parigi sono parecchi – ma anche questa volta la stilista attinge all’immenso Heritage della casa di moda per concepire il suo disegno in forma di abiti e accessori: si torna a Dior 1951, con le stampe di animali primitivi, i graffiti e le pitture murali delle antichissime grotte di Lascaux, che già avevano affascinato Monsieur. Maria Grazia Chiuri aggiunge il riferimento all’opera visionaria dell’artista statunitense Georgia O’Keeffe, e tutto diventa subito cool e moderno: quella che solca il catwalk è una donna a metà tra la country girl e la sciamana, rock ma dal piglio elegante. Così, gli abiti corsetto con le spalline logo che hanno fatto la fortuna di Dior nell’ultimo anno si indossano con gli anfibi dalle maxi fibbie e il cappello da gaucho; le gonne di tulle ricamato si abbinano a maxi bluse in crochet multicolor e cappe sfrangiate; i vestiti e le gonne midi con i tarocchi ricamati trovano il loro naturale complemento nella giacca di pelle e nelle It Bags da portare a mano, che si arricchiscono di tracolle a righe multicolor.

Il guardaroba di una wild girl sofisticata: un po’ come quelle presenti nel front row, da Rihanna a Charlize Theron, da Frida Pinto a Demi Moore, da Kate Bosworth a Chiara Ferragni (con Fedez al seguito).


Potrebbe interessarti anche