Advertisement
News

Dior incanta Tokyo

Valentina Nuzzi
13 dicembre 2014

dior-prefall

Pensare alla sfilata di una storica Maison francese in una città asiatica e moderna come Tokyo può apparire una combinazione bizzarra. Non troppo però se la Maison in questione è Dior e se il designer dietro allo show è Raf Simons. Per la collezione Esprit Tokyo pre-fall 2015 lo stilista belga ha ricreato un’atmosfera magica e a tratti futuristica. Sulle note metalliche di Bjork le modelle hanno sfilato robotiche in abiti a metà strada tra l’eroina di un film di fantascienza ed una mademoiselle di una pellicola anni ‘60/’70: l’incarnazione perfetta di questo spirito potrebbe essere Julie Christie nel Fahrenheit 451 di François Truffaut, ambientato nel futuro ma girato nel 1966. Tra i capi cult della collezione i trench coat geometrici dai colori decisi con colletto a contrasto, gli abiti stretti in vita chiusi sul petto da una vistosa cerniera e i dolcevita, indossati sotto qualsiasi altro indumento e proposti qui in versione argento metallizzato. Per una donna che non ha bisogno di ostentare la propria femminilità, ma sa comunque come farsi notare.


Potrebbe interessarti anche