Cinema

Disposto a tutto per uno scoop

Giorgio Raulli
21 novembre 2014

1

Lou Bloom (Jake Gyllenhaal) non riesce a trovare lavoro, ma quando assiste per caso a un incidente stradale inizia a riprendere con una videocamera gli avvenimenti che lo circondano cercando scene cruente da vendere alle televisioni. La sua determinazione dà buoni risultati e lo porta a entrare nelle grazie della direttrice di un network, Nina (Rene Russo). La sua scalata al successo però si trasforma ben presto in una vera e propria ossessione per il servizio perfetto a qualsiasi costo.

Siamo a Los Angeles, ancora una volta luogo cinematografico che unisce sogni di successo e grandezza a criminalità e degrado; Lo sciacallo – Nightcrawler segna l’esordio alla regia dello sceneggiatore Dan Gilroy, che ha messo in scena il fanatismo e le ossessioni di Lou Bloom, protagonista completamente prigioniero di un sogno americano mostrato nei suoi lati più oscuri. La pellicola è anche una critica al sensazionalismo e al pessimo giornalismo fatto di notizie forzate e inchieste al limite del necessario.

Uno smagrito Gyllenhaal ci regala un’interpretazione perfetta, dal look ai movimenti frenetici egli incarna alla perfezione la società esagitata e in qualche modo malata in cui vive. Determinato e grande lavoratore da un lato, Lou è allo stesso tempo un profittatore senza moralità, che non ha scrupoli per arrivare a conquistare ciò che desidera; è un personaggio viscido (nightcrawler significa “lombrico”) che nonostante la cattiveria riesce a catturare completamente l’attenzione del pubblico, ed è talmente a suo agio nella corrotta realtà circostante che non ci si immagina necessariamente un epilogo tragico o punitivo…

6

Lo sciacallo – Nightcrawler non annoia, Gilroy ha avuto l’intelligenza di non osare troppo registicamente, lasciando che la storia da lui scritta scorresse da sola, seppur con un montaggio spesso frenetico, in piena armonia con il suo protagonista. Gyllenhaal veste alla perfezione i panni cucitigli addosso dal regista: attore e sceneggiatore hanno dato vita ad un uomo repellente e allo stesso tempo affascinante, che contribuisce attivamente al degrado della stessa società che lo ha reso così. Dopo l’anteprima mondiale proiettata al Festival di Toronto 2014 lo scorso settembre, è uscito nei cinema italiani il 13 novembre.


Potrebbe interessarti anche