Leggere insieme

Diversi ma uguali: e tu perché no?

Marina Petruzio
2 marzo 2014

Schermata 2014-03-02 a 12.24.03

Ancora per parlare e per leggere senza stereotipi, un albo che pagina dopo pagina porta all’attenzione concetti come identità di genere, pari opportunità, differenti abilità e multi-cultura, invitandoci spontaneamente ad una riflessione.
Si intitola Et pourquoi pas toi? ed è dito dalla svizzera Editions Notari, che lo ha pubblicato nel 2011 in collaborazione con il Dipartimento delle coesioni sociali, della gioventù e dello sport, e viene offerto gratuitamente ad ogni bambino delle scuole dell’infanzia pubbliche di Ginevra.

Ventotto situazioni quotidiane. Ventotto momenti della giornata di differenti personaggi, donne e uomini, diversamente affaccendati.
Chi si occupa di cucinare, chi di accudire una bimba nel prepararsi la mattina prima di andare a scuola, chi lavora per la ricerca, chi si occupa d’arte, chi fa la spesa, chi va al parco con i bambini, chi decide che si ferma al laghetto per bagnarsi i piedi dopo una gita, chi a fare una passeggiata con la nonna inferma sulla carrozzella ed un piccolo stretto nella fascia port enfant, chi guida il trattore, chi annaffia il prato.
Sono donne, uomini e bambini di ogni età.
Sono giovani, anziani, alti, bassi, biondi, mori, rossi, magri, grassi, calvi o ricci.
Sono bianchi, neri, gialli, cioccolato al latte o fondente, olivastri quasi grigi.
Non c’è testo in quest’albo. É un silent book…
Le illustrazioni sono semplici: sempre in campo bianco, pochi gli oggetti ed essenziali solo per meglio definire la situazione, tutto molto geometrico.
I colori sono squillanti, dominante il rosso, le campiture a tinte piatte, nessuna sfumatura: giallo, rosso, blu oltremare, verde bandiera, nero.

notari_et-pourquoi-pas-toi_p10

É un libro di mestieri, di attività, molto dinamico. Un albo dove tutti fanno tutto, dove i ruoli sono facilmente intercambiabili perché un taglio divide a metà la pagina e l’illustrazione in modo che chi prima era occupato nella cucina di un bar o di una casa a preparare il pranzo ora spinge nel parco una carrozzina. Che chi era impegnato/a in una lezione ora è un veterinario/a. E chi prima portava a passeggio un bimbo tenendoselo stretto come un koala nella fascia mentre spingeva la sedia a rotelle della nonna invalida ora guidi il trattore.
Ed è anche un libro gioco che, proposto ai bambini, pensato per quelli che frequentano la scuola dell’infanzia, è perfetto anche per un lavoro sulle differenze di genere nelle scuole primarie: permetterà loro di ricreare situazioni famigliari e note, appartenenti al quotidiano, ma anche di provare a sovvertire l’ordine di ciò che si conosce addentrandosi in situazioni inaspettate, nuove, sulle quali riflettere magari con l’aiuto della maestra, ma anche di parlarne a casa con i propri famigliari.
E anche un albo altamente educativo che consente riflessioni prive di stereotipi, soprattutto di genere.
Stendere i panni non è un’occupazione femminile: un uomo maschio che vive da solo in una famiglia di uno, lava e stende la propria biancheria, nell’economia di una famiglia di due stende la biancheria di entrambi chi primo arriva a casa dopo una giornata di lavoro; un papà contribuisce al lavoro di casa stendendo e cucinando mentre la mamma si occupa di annaffiare i fiori e portare al parco i bambini. Nessuno si sentirà sminuito, anzi.
Collaborazione, educazione alla cooperazione, pari opportunità, valorizzazione delle differenti abilità di ognuno di noi. Tutto questo porta ad una sola domanda: “E tu perché no?”.
Sei sicuro di non poterlo/volerlo fare? Potrebbe esserti utile perché già è utile al microcosmo al quale appartieni: alla tua famiglia, contribuendo alla sviluppo della società in cui vivi. Ad una sempre maggiore libertà di espressione.

E proprio vicino allo spirito di Et pourquoi pas toi?, ecco arrivare in Italia  un flashbook davvero speciale che verrà organizzato dal 5 marzo, “Giornata Mondiale delle Lettura ad Alta Voce”, al 19 marzo, Festa del papà, su iniziativa promossa da Venezia “Leggere senza stereotipi”:

il Flashbooksenzastereotipi, Letture a ciel sereno, parte proprio dalla bibliografia che il Comune di Venezia ha donato agli asili nido ed alle scuole d’infanzia per le sue letture in piazza. I volontari della lettura possono candidarsi in qualsiasi momento, seguendo le istruzioni qui: docs.google.com/document/d/1tzQIhMpSKOU6MWnhJwLk6MH0VXTYmLDM_Zu1JoetEgc/edit?usp=sharing

Marina Petruzio

Et pourquoi pas toi?
Illustrato da Maddalena Matoso
Ed.: Editions Notari
Euro: 11,90
Età di lettura: dai 3 anni

Ti è piaciuto? Potrebbe interessarti anche: www.luukmagazine.com/it/diversi-ma-uguali-parte-prima-people-di-peter-spier
Ti è piaciuto? Potrebbe interessarti anche: www.luukmagazine.com/it/diversi-ma-uguali-mi-parli-della-tua-famiglia


Potrebbe interessarti anche