Dopo il diluvio, la Francia: 2-0 all’Ucraina di Sheva

staff
16 giugno 2012

Dopo il diluvio, la Francia. I transalpini vincono e convincono nella seconda apparizione degli Europei con un secco 2-0 ai padroni di casa all’Ucraina. Un successo che consente a Ribery e compagni di mettere una seria ipoteca sul passaggio del turno e soprattutto di confermare quanto di buono visto sotto la gestione Blanc.

Primi minuti di gara tormentati ma non a causa dei giocatori. Su Donetsk si abbatte un violento temporale che obbliga l’arbitro olandese Kuipers a sospendere il match dopo appena cinque minuti. Giocatori e staff si rifugiano negli spogliatoi e devono attendere quasi un’ora per riprendere il gioco. Poi, in campo, si fa preferire il maggior tasso tecnico dei Galletti. La prima grande occasione capita sui piedi di Menez al 26′ ma la conclusione dell’ex Roma è alta sulla traversa. Tre minuti dopo c’è lavoro per il portiere ucraino Pyatov, che salva ancora sul trequartista innescato da Ribery. Si desta Shevchenko: gran destro dell’ex rossonero, Lloris ci mette una pezza (34′). Poi ancora Pyatov salva i padroni di casa ribattendo sul gran colpo di testa di Mexes.

Nella ripresa la Francia costruisce il suo successo. A sbloccare il risultato dopo otto minuti è Menez, bravo ad infilare in area Pyatov sul primo palo, con un preciso sinistro rasoterra. Passano tre minuti e Cabaye mette al sicuro la vittoria su assist pregevole di Benzema. Ancora Cabaye sfiora il gol ma la sua conclusione dal limite timbra il palo. L’Ucraina non ha più la forza per ribaltare il risultato ed incassa la prima sconfitta del torneo. Gli uomini di Blanc si prendono l’intera posta e salgono in testa al girone con 4 punti, in attesa dell’altra sfida del girone tra Inghilterra e Svezia.

 

Fonte: LaPresse