Luoghi

Dopo tre mesi Cova riapre le porte di Via Montenapoleone

staff
8 aprile 2017

Dopo tre mesi di lavori oggi Cova, che festeggia 200 anni di storia, riapre le porte di Via Montenapoleone.

Il team di architetti ha operato nel segno della continuità, per salvaguardare l’immagine e lo stile della famosa pasticceria meneghina, simbolo della Milano bene.

I 200 anni di storia del marchio rappresentano un punto di svolta – commenta Paola Faccioli, CEO di Cova – La riapertura di via Montenapoleone ha un significato simbolico: mantenere i codici storici del marchio proiettandoli nel futuro e nel mercato globale. Siamo orgogliosi – continua Paola Faccioli- di poter celebrare questo anniversario con un progetto di restauro, ponte tra tradizione e innovazione, per continuare ad offrire ai clienti i nostri prodotti eccezionali ed ora anche la possibilità di accedere agli spazi arredati della corte che siamo certi diverrà un nuovo punto di ritrovo del Quadrilatero di Milano”.

La riorganizzazione degli spazi ha portato a un ampliamento di 30 metri quadrati sul lato di Via Sant’Andrea e all’utilizzo esclusivo di una parte della prestigiosa corte interna, disegnata alla fine del XVII dall’architetto Giuseppe Piermarini, che progettò il Teatro alla Scala.

Particolare attenzione è stata riservata al restauro degli elementi decorativi, come lo storico pavimento a mosaico, il parquet, gli specchi dorati, i divanetti in velluto, i famosi lampadari in cristallo e l’iconico bancone in mogano lucido con il ripiano in marmo italiano.

Completamente nuova è la cucina: le nuove tecnologie incontrano i tradizionali sapori che dal 1817 ad oggi hanno deliziato e continueranno a deliziare i palati dei milanesi.


Potrebbe interessarti anche