News

Dries Van Noten: due volumi, 100 sfilate, uno stile unico

Martina D'Amelio
11 ottobre 2017

Un dettaglio della sfilata numero 100 di Dries Van Noten

Due volumi che racchiudono tutte le sfilate dal 1986 a oggi: Dries Van Noten celebra alla sua maniera il traguardo delle 100 collezioni.

Il New York Times l’ha definito lo stilista più “cerebrale” di tutti i tempi: lontano dalle mode, schivo ai riflettori, avverso alla pubblicità. Un designer nell’ombra che parla tramite i suoi defilé: uno su tutti, quello dello scorso marzo alla Paris Fashion Week per l’autunno-inverno 2017/2018 – il numero 100 – che ha visto riunite in passerella le sue muse di ogni generazione. Un importante traguardo che oggi viene celebrato con un libro da collezione edito da Lannoo Publishers in due tomi da 400 pagine l’uno, Dries Van Noten 1-50 e Dries Van Noten 51-100.

La pubblicazione ripercorre 40 anni di storia attraverso oltre 2mila foto inedite che analizzano i fashion show del creativo belga in ogni singolo dettaglio, stagione dopo stagione, dal backstage alle scenografie, dalle location fino agli abiti dal taglio sartoriale ma dal piglio inconfondibilmente artistico. Un excursus che racconta lo stile unico di Dries Van Noten grazie al contributo scritto di Susannah Frankel per le collezioni donna (giornalista e scrittrice britannica, fashion editor di AnOther Magazine) e Tim Blanks per le collezioni uomo (uno dei fashion editor più celebri del pianeta).

Il finale della sfilata primavera-estate 1997 di Dries Van Noten

Un libro che per gli appassionati è già un vero e proprio cult, che mira a far conoscere con estrema raffinatezza la fama di uno stilista di nicchia, legatissimo alla sua Anversa, la città natale dove nel 1981 si laureò alla Royal Academy of Fine Arts insieme ai celebri Antwerp Six, i colleghi (Ann Demeulemeester e Dirk Bikkembergs, per citarne due) con i quali ha rivoluzionato il panorama del fashion system nei mitici Eighties.

Dries Van Noten non può che dirsi soddisfatto: superato il traguardo delle 100 sfilate con la numero 101 per la primavera-estate 2018 andata in scena solo qualche settimana fa a Parigi, il suo libro retrospettiva 1-100, già disponibile per tutti gli estimatori, proietta il suo lavoro dritto nel futuro. La forza della storia.


Potrebbe interessarti anche