Recensioni

Dry Milano, atto secondo

Carlotta Molteni
7 agosto 2017

DryMilano raddoppia a Milano, inaugurando nel capoluogo lombardo il secondo locale in Viale Vittorio Veneto: non molto lontano dalla prima sede, il secondo Dry nasce con una doppia anima, non solo prettamente serale, ma ora anche diurna.

Sempre sotto la guida di Chef Andrea Berton, il ristornate offre diverse alternative all’ormai iconico aperitivo di Dry volume I, inaugurato nel 2013, nel cuore di Brera.

Il nuovo locale si mette in gioco proponendo nei mesi estivi piatti freschi e fragranti, oltre alla classica pizza che ha reso famoso il concept ospitato in via Solferino anche per il pranzo.

Il menu sarà infatti arricchito di cinque insalate speciali servite su superfici di pasta di pizza, per renderle ancora più gustose, un’idea gourmet per celebrare l’arrivo della stagione più calda.

Il progetto si profila come assolutamente innovativo, non solo a livello gastronomico, ma pure architettonico, valorizzando la duplice esposizione della location e la luce delle tredici vetrine che caratterizzano le facciate del locale: il ristornate si trova dirimpetto alla Casa della Fontana, uno degli edifici più rappresentativi della Milano degli anni Trenta, ai giardini di via Palestro e, con un dehors, ai Bastioni.

Gli interni del locale echeggiano quelli del primo dei locali Dry, ma sono stati ampliati nelle dimensioni: l’ingresso è occupato da un’imponente cocktail station dove è situata la mise en place, organizzata in tre atolli e circondata dai tavoli comuni. I clienti potranno così assistere alla finitura dei cocktail, scelti in una lista che combina i grandi classici Dry –quali il French75 o il Corpse Reviver – con i nuovi Signature cocktail, a base di vino e shrub, un ingrediente home made ottenuto dalla fermentazione della frutta, che garantisce una bassa gradazione alcolica, ma senza rinunciare ad un ottimo drink.

Proseguendo all’interno del locale, nella seconda sala è stato collocato il ristorante. In questo secondo ambiente è possibile gustare le classiche focacce e pizze, oltre ad alcune proposte dello Chef, studiate ad hoc per il nuovo Dry.

Le novità non sono finite: infatti, accanto alle insalate estive, sono state studiate alcune dolci proposte, create nel nuovo laboratorio di pasticceria, accanto ai tradizionali gelati e sorbetti artigianali, a coronamento di una cena o ad accompagnamento di un cocktail d’eccezione.

 

DRYMilano
Viale Vittorio Veneto 28, Milano
Via Solferino 33, Milano


Potrebbe interessarti anche