Arte

Due app per visitare il Museo Bagatti Valsecchi

Rita Cotilli
3 febbraio 2016

Museo Bagatti Valsecchi - credits R. Longoni 3

Visitare il Museo Bagatti Valsecchi di via Gesù a Milano diventa un’esperienza innovativa e tecnologica grazie a due nuove app scaricabili gratuitamente sul proprio tablet o smartphone: la prima rivolta a tutti, , l’altra destinata alle persone non udenti.

Il Museo ha infatti realizzato un’applicazione per tutti gli utenti, disponibile da mercoledì 3 febbraio, che permette di compiere una visita virtuale del Palazzo tra le diverse stanze situate al piano nobile, come la sala dell’Affresco, la sala Bevilacqua o la camera del Letto Valtellinese. Per ciascuna è prevista una serie di approfondimenti e di immagini che arricchiscono e migliorano il percorso di visita attraverso dettagli e curiosità interessanti.

Da un progetto dell’Ente Nazionale Sordi di Milano, in collaborazione con la Cooperativa Segni di Integrazione Paolo Basso di Torino, nasce invece l’ APP Museo Bagatti Valsecchi in LIS, la prima video guida nella Lingua dei segni Italiana (LIS) e in Segni Internazionali (IS) del capoluogo lombardo.

Già scaricabile dal 27 gennaio scorso, è stata finanziata dal Comune di Milano nell’ambito di progetti e iniziative rivolti a persone con disabilità sensoriali, con l’obiettivo di abbattere le barriere della comunicazione e promuovere la completa fruibilità del patrimonio culturale da parte dei visitatori sordi italiani e stranieri.

L’app, realizzata da un team di non udenti pensando alle specifiche necessità delle persone sorde, permette quindi di seguire il percorso museale con l’ausilio di una guida multimediale apposita, e consente di rivedere o fermare i video dedicati ad una data sala o sezione.

Le due app, supportate sia da iOS che da Android, sono gratuite e scaricabili dal sito del Museo o nei diversi marketplace.


Potrebbe interessarti anche