Leggere insieme

Due eroi inseparabili

Marina Petruzio
29 ottobre 2016

00

Torna in Babalibri Satomi Ichikawa con Due eroi inseparabili, portandoci tutti con sé e questa volta in India!

Dopo esser discesi dalla cima della montagna con Paa per recarci al mercato del sabato e essere utile alla mamma; dopo aver attraversato la savana di corsa con Meto per riportare l’orsacchiotto alla bambina che lo aveva perduto; dopo aver conosciuto l’Africa e alcune delle sue parole; dopo aver cercato La La Rose in largo e in lungo nei Jardin du Luxembourg a Parigi; dopo aver ballato attorno al tavolo volteggiato e saltato per convincere la mamma a comperarci delle scarpette rosse “da punta”; e attraversato la campagna di corsa per giocare con le nuvole…ora, dopo essere stati in tutti questi posti, si va in India! A conoscere due inseparabili amici: Appoos e Shivan, detto anche Mammut…anche se è un elefante!

Appoos e Shivan sono due bambini, hanno 8 anni entrambi e sono inseparabili. Il primo è un bambino entusiasta, coraggioso, sempre pronto per ogni faccenda che possa aiutare il papà nel suo lavoro di accudimento quotidiano al grande elefante. Il secondo è un pachiderma fortissimo, che però ha ancora la lanugine dell’infanzia sulla testa, che fa un solletico incredibile quando ti ci strusci per qualche coccola.

1

Appoon e Shivan-Mammut passano molto tempo assieme, si conoscono. Il cucciolo di umano conosce molto bene il cucciolo di animale, col quale gioca arrampicandocisi sopra, stando in equilibrio sulla sua proboscide, cavalcandolo. L’elefante è abituato al bambino, sa che da lui nulla di male potrà arrivare e vi si affida sempre attento a curarsi di lui.

Il papà di Appoos glielo affida volentieri: l’elefante è sacro, appartiene al tempio del villaggio, ma riconoscendo al bambino grande responsabilità nei confronti dell’animale non esita neppure a mandarlo al fiume per fargli il bagno quotidiano. Qualche raccomandazione, soprattutto sul tempo: la stagione è monsonica e l’acqua col monsone tende ad alzarsi repentinamente e la corrente ad essere sempre più forte.

Ma sarà proprio in una giornata di monsone, quando l’acqua dal cielo è come una tenda impenetrabile e riempe veloce la terra, che Appoon e Shivan-Mammut verranno riconosciuti dal papà molto più che amici, ma due eroi che nel momento del vero pericolo hanno pensato a mettere in salvo altri cuccioli prima di rientrare a grandi passi sulla terraferma!

Anche se tra urla disperate – Ki!Ki!Ki!, Tok!Tok!Tok! Ghouaaaah! Ghouaaaah! – c’è sempre chi trova il tempo per parlare e pensare solo a sé!

2

La storia è semplice, ci sono amici, cuccioli, un papà amoroso e suoni onomatopeici che piacciono sempre ai più piccini. Delle bellissime illustrazioni dove l’acqua, sapientemente resa sia nella forza quand’è pioggia torrenziale che nella dolcezza del gioco quando è allegro spruzzo, ha una grande importanza.

La rappresentazione dell’infanzia, di un’infanzia perfettamente inserita nell’ambiente attorno, riconosciuta dall’adulto – un adulto anch’esso rappresentato e vicino al bambino –, un’infanzia che gioca, in perenne movimento, attiva e instancabile, vera in qualsiasi parte del mondo, è l’altra caratteristica importante del lavoro di Satomi Ichikawa da sempre.

Bambini abbigliati e pettinati nelle fogge e nei modi dei bambini. Un’infanzia reale come quella che si incontra al mattino andando a scuola, non immaginata, sfumata, solo accennata o scarabocchiata. Un’infanzia bambina e non adulta.

Abbiamo parlato di Satomi Ichikawa anche qui.

 

Due eroi inseparabili
di e illustrato da Satomi Ichikawa
traduzione: Tanguy Babled
editore: Babalibri – Milano
euro 12,50
età di lettura: per tutti


Potrebbe interessarti anche