I nostri blog

Dukan o non Dukan

staff
14 marzo 2012

Una nuova moda sta dilagando, che mi fa mettere le mani nei capelli. Non capisco cosa stia succedendo. Improvvisamente la gente non ha più il senso del pudore. La gente si dimentica i pantaloni.
Ma sul serio. Si dimentica pantaloni e gonna rimanendo in collant.
Tu, si sto parlando con te, pseudo-fashionista dei miei stivali.
Uno: non hai inventiva, ti vesti come una pecora per seguire quello che fanno gli altri.
Due: sei oscena, ti stai mettendo in imbarazzo di fronte all’intera comunità e metti in imbarazzo me che ti sto guardando le mutande di Hello Kitty attraverso i tuoi collant velati.
Tre: non hai il minimo gusto. Non ce l’hai una madre? Se uscissi io conciata così stai sicura che mia madre mi avrebbe fatto cambiare almeno tre volte dicendomi di coprirmi il culone (True Story!).
Vi spiego cosa ha scatenato la mia funesta ira. Settimana scorsa in università abbiamo avuto il fantastico ed attesissimo Carrer Day. Per l’occasione, per non perdere nemmeno la più remota delle possibilità di impiego io e poche, intendo pochissime, persone serie ci siamo vestite da “colloquio di lavoro” ovvero un cazzo di tallieur e una camicetta. Ok, non sono fashion, sono un po’ triste nel mio completo grigio ravvivato solo da una camicetta in seta trasparente fiorata, ma a quanto pare fa il suo porco lavoro. In pausa pranzo io ed altre colleghe chiacchieriamo allegramente all’aria aperta quando i miei occhi si soffermano su di una visione demoniaca. Allora, tutti sanno che non sono la tipica smorfiosetta secca, anzi. Ma se porti una sacrosanta taglia 46 devi saperti vestire nel modo corretto. Questa poveretta aveva addosso una maglietta nera e bianca a mo’ di lacoste, delle hogan orrende e dulcis in fundo, al posto dei pantaloni, una calzamaglia. Ma non una calzamaglia normale, quelle da sci. Quelle che fanno il pallino. Quelle che si consumano sui punti critici e mostrano quello che c’è sotto. QUELLE CON LA CUCITURA A MO DI PANNOLONE SUL SEDERE.  Volevo morire. Non ho avuto il coraggio di dire nulla.
E li mi è scattato il pensiero, al di là dell’evidente incapacità di intendere e volere di questa povera pirla, ma faccio anche io quella figura con il mio culone?
Ha veramente ragione mia madre quando dice che dovrei mettermi a dieta e, perché no?, provare la Dukan? Mi ha comprato il libro.
Ora ho abbastanza anni perché la mia autostima in fatto di peso non sia sfracellata dalla enorme sensibilità e tatto materno, ma ci dovrei provare?
Riuscirei a rinunciare alla mia dose di droga-carboidrati?
La tentazione c’è, ma la paura è quella di non essere più in grado di fare esercizio fisico, che peraltro ho bruscamente interrotto causa studio.
Devo essere sincera, non mi metterei mai la calzamaglia con una maglietta che non mi copre nemmeno la schiena, ma la paura di fare quella figura è tanta, magari ci farò un tentativo, giusto per essere in pace con me stessa!

Iashy


Potrebbe interessarti anche