Il mio punto di vista

Ecco a voi le super mamme Francesca Camerota e Paulette James

staff
23 settembre 2012

Care lettrici,

benvenute nel mio nuovo salotto: benvenute alla prima puntata di “Mamme in carriera”, il programma andato in onda il 19 settembre su Easybaby, canale 137 di Sky, e condotto ovviamente da me, la vostra Gabriella!

E’ stata una puntata coinvolgente e ricca di interessi…Ecco che cosa è successo:
Le mie ospiti di oggi sono due donne con storie assolutamente differenti, entrambe grandi lavoratrici, ma soprattutto mamme straordinarie. Ve le presento subito.
Francesca Camerota è la fondatrice di Baby Planner Italia, agenzia che organizza eventi e iniziative a supporto delle mamme, ma è anche l’ideatrice del vincente Mamma Cult, che propone visite guidate “a dimensione mamma”, le quali in questo modo possono dedicare il proprio tempo all’amore per la cultura e alla socializzazione – due aspetti spesso un po’ trascurati nei primi anni dopo la gravidanza –, senza doversi sentire in colpa per non aver trascorso il loro tempo libero con i figli.
La splendida Paulette James, invece, è stata una nota top model, per tredici anni musa ispiratrice del grande Giorgio Armani, che per lei e su di lei ha saputo creare dei veri capolavori. Ma Paulette ha saputo coniugare al meglio un lavoro totalizzante come quello nel mondo della moda, con le meraviglie dell’essere mamma adottando due bambine, Cherish e Jessica.
Cominciamo allora con un tema molto caro a tutte noi mamme in carriera: come il lavoro della mamma viene vissuto in relazione ai figli.
Le mamme coinvolgono figli nel lavoro? Certamente, e questo è molto importante. Francesca racconta alle sue piccole quello che fa in ufficio – ovviamente parlando a misura di bimbo – e ogni volta che può le rende partecipi della sua vita professionale; anche Paulette ha deciso di far sì che le figlie avessero parte attiva nelle sue occupazioni, anche quelle più di successo, portandole in passerella sin dalla più tenera età, e successivamente eleggendole a sue assistenti personali nel dietro le quinte delle sfilate.
E dunque, come si sono organizzate queste mamme tra i loro super impegni e il tempo da dedicare alla famiglia? Si sa, i bambini vogliono e pretendono di essere sempre al centro dell’attenzione dei loro genitori…
La risposta è una: il segreto è riuscire a creare una rete di affetti capace di sorreggere e fare sentire i più piccoli sempre accuditi e amati. Come nel caso di Francesca: quando mamma e papà lavorano è importantissimo l’aiuto dei nonni e, se ce n’è bisogno, anche di una tata. Paulette invece è stata così fortunata da trovare un marito disponibile a occuparsi delle due piccole quasi a tempo pieno e…addirittura a cucinare ogni sera mentre lei era in passerella! So che in molte la staranno invidiando, compresa me…E invece lei mi confessa di essere stata addirittura un po’ invidiosa di questo…
(NOTA per tutte noi, in particolare per le mamme dei maschietti: non facciamo sì che il marito della mia cara ospite rimanga un caso più unico che raro e impegniamoci a insegnare ai nostri ragazzi che i ruoli dei genitori si possono anche scambiare – almeno qualche volta! – e che non è impensabile che anche i papà facciano i “mammi”)
Ma, alla fin fine, è necessario fare delle quotidiane scelte, che ci portano a privilegiare il lavoro o la famiglia…
Francesca ha avviato una propria attività, rinunciando al ruolo di consulente commerciale, proprio per avere più tempo a disposizione con le sue bambine, un nuovo lavoro che si conciliasse maggiormente con la sua idea di famiglia – ma mi rivela un piccolo segreto: qualche volta bara e si porta i compiti a casa…da svolgere però rigorosamente dopo cena, quando le piccole sono a nanna!
Pauline invece, pochissimo tempo dopo aver adottato Jessica, per poter stare accanto alla piccola appena arrivata in Italia ha dovuto, anzi, ha voluto rinunciare ad un importantissimo lavoro a Roma con Valentino. Lei non ci ha pensato su due volte….ma io devo dirvi che qualche dubbio lo avrei avuto…
Insomma, una mamma felice ha un bambino felice: essere delle donne serene e realizzate è il modo migliore per fare sentire amati i nostri figli.
Ma – perchè c’è sempre un ma – se la giornata va storta, l’organizzazione scappa e non sappiamo proprio più dove sbattere la testa…allora che si fa?
Io personalmente sono un po’ ansiosa…e cerco subito di voler risolvere ogni situazione, magari frettolosamente e perdendo un po’ la pazienza. Ma le mie amiche no: sia Paulette che Francesca si confermano davvero delle super mamme quando mi dicono che mantenere la calma è l’unico modo per andare incontro all’imprevisto. Contare fino a dieci, fare un respiro profondo e…confidare che tutto si risolva!
E lasciando le mie ospiti con l’omaggio di una rosa – già, perchè mia figlia Rosyana è sempre nei miei pensieri – invito tutte voi, care mamme e lettrici, a scrivermi, a raccontarmi le vostre esperienze e le vostre opinioni a riguardo.

A settimana prossima,
Gabriella Magnoni Dompé