Advertisement
Fashion

Edun’s “Pioneers Project”

staff
28 dicembre 2011

Moda, belli e bravi uomini, virtù, beneficenza, buoni propositi, qualità, Africa, speranza, futuro… Parole che possono essere riassunte in Edun Pioneers Project.
D’altra parte già il marchio Edun è basato sulla convinzione che lo stile debba avere sostanza.
Il brand è stato fondato da Ali Hewson e dal marito Bono (si, proprio lui, quello degli U2) nel 2005, come un’organizzazione for-profit, un fashion brand globale, che confezionasse abiti belli e di qualità impegnandosi nello sviluppo del commercio con l’Africa e incoragiasse altri nel settore della moda a fare lo stesso.
Crescendo il businesss e l’internazionalità del marchio, cresce anche la sua produzione e quindi il lavoro in Africa, l’opportunità di crescita sostenibile col supporto dei produttori, le infrastrutture e le iniziative della comunità (con questa politica il brand ha conquistato anche il gruppo LVMH, che ne ha acquistato una quota del 49%).
Il progetto Pioneers celebra uomini che stanno lasciando un segno nel mondo e lo fanno con stile, per questo per rappresentare la collezione invernale 2011 sono stati scelti uomini che hanno il coraggio di rompere gli schemi di convenzione: attori, artisti, sportivi, attivisti e imprenditori tra cui ognuno ha dato vita ad un diverso impegno sociale, un progetto di beneficenza e lo sta portando avanti.
Presso i Milk Studios di NYC il fotografo Ben Watts ha immortalato questi uomini per la campagna pubblicitaria Pioneers Project con i capi della corrente collezione, dove ogni look riflette lo stile personale di chi lo indossa.
Edun ha selezionato un capo indossato da ogni individuo, che ora è presente su edun.com nella sezione Pioneers sotto il nome del singolo Pioniere, e donerà il 10% del ricavato della vendita online di tale capo all’associazione rappresentata. Così anche vpi potrete dare un contributo per ciò che ritenete a voi più vicino e caro (troverete altre informazioni su www.edun.com)
L’anno prossimo il brand prevede di espandere la campagna e includendo la collezione Donna e la collaborazione di Pionieri internazionali.

 

Vi lascio al video della realizzazione della campagna e alle parole dei protagonisti: http://vimeo.com/28623556

 

In seguito i nomi dei “Pionieri del nostro tempo”:

Adam Braun – fondatore di Pencils of Promise, un’associazione non-profit che costruisce scuole nei paesi in via di sviluppo per bambini senza accesso all’istruzione
Sean Carasso – sondatore si Falling Whistles, una campagna per la pace in Congo, per riabilitare e fornire assistenza alle persone colpite dalla guerra.
Waris – artista, attore e designer di gioielli con la produzione dei suoi prodotti, creati tradizionalmente, basata in India.
Graham Hill – fondatore di Treehugger.com, il principale outlet dei media online che si sforza di guidare i principi della sostenibilità
Aaron Rose – regista, curatore, fondatore di Make Something School, che propone laboratori creativi per organizzazioni giovanili associando loro specialisti per abilità pratiche
Jim Moriarty – fondatore di Surfrider Foundation,  un’organizzazione no-profit di base dedicata alla protezione degli oceani, delle onde e delle spiagge
Jefferey Azize –protagonista chiave di The Human Experience / Grassroots Films.
Neil Blumenthal and Dave Gilboa – co-fondatori di Warby Parker, una società di occhiali da vista e da sole, che per ogni paio vendut ne dona uno a chi ne ha bisogno.
Marcus Samuelsson – top chef di origine etiope, proprietario di FoodRepublic.com, sito web per uomini che esplora la cultura globale del cibo, e Red Rooster Harlem, ristorante aperto da Marcus Samuelsson che celebra le radici della cucina americana e donare qualche pasto caldo alla comunità
Jonathon Prince – corridore internazionale, artista e filantropo che si prepara a correre il primo miglio sulla Luna

 

Anastasia B. Calmotti


Potrebbe interessarti anche