Advertisement
Musica

Entrando nella fabbrica del canto

staff
20 giugno 2011

Pochi sanno che lungo tutto Giugno ha avuto luogo il 20° festival corale internazionale “La Fabbrica del canto”. Si tratta di una delle più prestigiose rassegne al mondo di musica corale, e ha sede in Lombardia, a Legnano. I concerti, a cui prendono parte i migliori cori dai cinque continenti, si articolano in un repertorio vastissimo che va dal Medioevo al Novecento e dalla musica popolare e profana alle composizioni sacre. La formula del festival è quanto mai inusuale, e prevede che si succedano delle serate “a tema” con la partecipazione di tutti i Cori nelle quali i partecipanti propongono dei brevi programmi. L’obiettivo della rassegna è di “creare sul territorio un avvenimento musicale accessibile e fruibile da tutti e, allo stesso tempo, offrire un’occasione di incontro con la musica corale ai massimi livelli, valorizzando l’immagine della città di Legnano e di tutto il circuito concertistico come punto di incontro di popoli e culture diverse”.
A organizzare l’evento è l’Associazione Musicale Jubilate di Legnano, che ne ha curato tutti i dettagli e ha dato ospitalità ai 200 coristi coinvolti. Quest’anno i cori partecipanti sono 8, tutti con organici e repertori differenti, ma per l’occasione diretti dal M° Paolo Alli, direttore del coro Jubilate.
E’ doveroso citarli tutti. Si va dai gruppi maschili, come gli olandesi “The Gents” e i canadesi “Realtime”, ai cori femminili “Arctic Light” e “Pro Musica Girls’Choir”, provenienti rispettivamente dalla Svezia e dall’Ungheria, per arrivare ai cori misti: gli inglesi “Joyfull Company of singers”, gli armeni “Hover Chamber Choir”, l’ “Estudio Coral Meridies” dall’Argentina e l’indonesiano “Parahyangan Catholic University Choir”.
Dopo l’inaugurazione dell’evento, avvenuta a Legnano il 3 e il 4 di questo mese, le otto formazioni sono partite per una tournée in Lombardia che ha previsto ben 49 concerti in 18 giorni. Le città protagoniste sono state tante; non limitandosi esclusivamente alle province, il festival si è spinto in moltissime cittadine e paesi minori che hanno avuto l’onore di fare da ospiti a concerti di grande pregio. Inoltre, per rendere ancor più preziosa quest’ iniziativa, bisogna sottolineare l’impegno solidale dell’Associazione Jubilate. I fondi ricavati da tutti i concerti della tournée, infatti, saranno destinati alla realizzazione di un centro di aiuti all’infanzia nella favela José Leon Suarez alla periferia di Buenos Aires.
Domani, Martedì 21, si concluderà questa magnifica stagione musicale e culturale che tutto il mondo ci invidia e a cui i migliori cori fanno a gara per partecipare. Già nell’attesa della prossima edizione, ci sarà il quartetto “Realtime” a regalarci un ultimo grande concerto nella Sala della Musica Jubilate di Legnano alle 21.00.

 

Eva Marti


Potrebbe interessarti anche