Advertisement
Green

Eppur si muove: è Green l’eccellenza italiana

Marco Pupeschi
8 luglio 2016

Le eccellenze imprenditoriali italiane sono anche Green. A dircelo è il World Economic Forum (WEF) di New Delhi in India, ovvero il più grande simposio di esponenti di primo piano della politica e dell’economia a livello mondiale. Una giuria internazionale di economisti e scienziati ha dato all’Italia quattro premi: uno alla Lombardia, uno al Piemonte e due alla Sardegna. La filiera sarda Edizero, che non era passata inosservata sulle pagine di Luuk Magazine, è entrata nella top ten dei leader mondiali nella tecnologia e dell’innovazione.

WEF-Logo

Edizero Architecture of Peace, ha ricevuto il premio come prima realtà produttiva al mondo ad usare oltre 100 diversi tipi di scarti di fonti rinnovabili dell’agrofood, riconvertiti in biomateriali (ovvero non contenenti acqua o petrolio) utilizzabili nell’edilizia. Biomateriali che favoriscono il risparmio energetico e le bonifiche ambientali sia della terra che delle acque.

Bloembollenvelden

La Lombardia si è fatta onore grazie a Emanuela Donetti di Urbano Creativo. Lei è docente di Green Building presso l’università di Ginevra, facoltà di architettura; Urbano Creativo è il luogo di sviluppo delle prime App e dei relativi sistemi tecnologici di sostenibilità urbanistica. Si tratta di metodologie pionieristiche, esportate e divenute modello di gestione virtuosa per molte città nel mondo. Il Piemonte è stato premiato grazie a SocialFare, creatrice del primo acceleratore d’impresa dedicato al welfare di mutuo aiuto tra aspiranti imprenditori nel settore dell’innovazione social.


Potrebbe interessarti anche