Advertisement
Lifestyle

Estate 2017: 5 sport cool da spiaggia + un appuntamento da non perdere

Silvia Ragni
14 luglio 2017

L’estate è ormai esplosa e con la bella stagione torna anche la voglia di muoversi, di godere delle atmosfere outdoor che durante l’anno vengono fagocitate dal freddo, dallo smog e dal grigiore. Tornano i weekend full time in spiaggia, il corpo si libera dagli abiti e l’aria impregnata di salsedine diventa un toccasana da respirare a pieni polmoni. Se la vostra idea di vacanza non coincide con il rosolarvi al sole in un’immobilità pressoché totale, non vi resta che approfittare delle preziose opportunità che è in grado di offrirvi la battigia in declinazione fitness: gli sport più cool del momento acquistano un irresistibile valore aggiunto se praticati fronte mare, rafforzano il lato healthy e risultano incredibilmente più divertenti. Senza contare il loro prezioso apporto nel restyling che valorizza qualsiasi “prova bikini”. L’estate 2017 offre un ampio spettro di discipline tra cui scegliere, che si tratti di quelle tipiche da palestra o di sport prettamente acquatici. Ve ne segnaliamo 5…più una chicca d’eccezione!

Zumba
In un’estate fortemente intrisa di sound latino, che c’è di meglio se non mantenersi in forma con la Zumba? L’aerobica in versione “esotica”, accompagnata da calienti sonorità afro-caraibiche, è sempre in pole position tra gli sport di tendenza: allenarsi a ritmo di salsa, merengue e rumba scongiura la noia ed incentiva il buonumore. Si lavora su coreografie che mirano a stimolare l’attività cardio-vascolare tonificando, al tempo stesso, gli arti inferiori in modo ottimale. Ideata negli anni ’90 dal fitness-guru colombiano Alberto “Beto” Pérez, la Zumba ha conosciuto un crescendo di popolarità veicolata – tra l’altro – dall’ adesione in massa delle celeb in qualità di suoi sfegatati fan. Un dato che non sorprende, dal momento che “tonificare”, “modellare”, ma soprattutto “divertirsi” rientrano tra i suoi input tassativi.

Pilates + yoga = yogalates
L’andirivieni delle onde del mare si va sempre più affermando come sottofondo del Pilates in versione estiva: una disciplina che, mettendo in dialogo corpo e mente, si prefigge di favorire l’armonia posturale tramite un rafforzamento continuo della muscolatura. A beneficiarne è soprattutto la colonna vertebrale, che acquista in elasticità e prende le distanze da contratture e mal di schiena. Il Pilates concentra infatti il suo raggio d’azione su tronco e dintorni, privilegiando movimenti fluidi e donando un’importanza chiave alla respirazione. Un dettaglio, quest’ ultimo, che lo accomuna allo yoga: il mix che ne risulta è stato ribattezzato Yogalates e rappresenta la “new wave” (è proprio il caso di dirlo) degli sport in riva al mare. Da praticare, possibilmente, al sorgere o al calar del sole e assaporando la rarefatta suggestività dell’atmosfera.

SUP
Chi ama gli sport acquatici potrà provare l’ebbrezza del SUP, il cui acronimo sta per “Stand Up Paddle” (in italiano, “pagaiare in piedi”). Il trend proviene dall’ assolata West Coast californiana e, neanche a dirlo, è stato già adottato dalle celebrity e dalle star Hollywoodiane. Descriverlo è semplice: per praticarlo sono sufficienti una grande tavola da surf – la cosiddetta “longboard” – e una pagaia. L’obiettivo è solcare il mare issati sulla tavola e pagaiare mentre ci si fa strada tra le onde. Rimanere in piedi è un must, facilitato dallo stato più o meno calmo delle acque. Il vento rappresenta un’altra coordinata importante: a giuste dosi e in direzioni favorevoli incoraggia l’avanzamento, mentre potrebbe pregiudicare l’equilibrio se eccessivo. Quel che conta, è impegnarsi al massimo mantenendo un aplomb impeccabile!

Fat bike
Da principio era la Mountain Bike, e con essa itinerari interminabili tra scenari campestri ed impervi sentieri montani. Poi le sue ruote si sono amplificate ed ecco arrivare la Fat Bike, il cui prototipo fu lanciato dal brand statunitense Surly: le dimensioni importanti dei pneumatici, il maggiore spazio che intercorre tra i pedali, le gomme gonfiate a bassa pressione la rendono perfetta per le superfici molli, sia che si tratti di sabbia che di neve. Costeggiare il mare in Fat Bike è un’esperienza inebriante, che coniuga un elevato quoziente fitness e il gusto dell’avventura. Sfrecciare in spiaggia sulle sue ruote massicce richiede, però, una certa preparazione atletica. Il peso della bici necessita di un buon tono muscolare per essere gestito ad hoc: consideratelo come un optional aggiuntivo per mantenervi in forma. I vantaggi, in compenso, sono entusiasmanti: volete mettere il brivido di esplorare su due ruote litorali interi?

Beach tennis
Apparso sulle spiagge tra gli anni ’70 e ’80, oggi il beach tennis è gettonatissimo. Non è un caso che il CONI l’abbia decretato sport agonistico nel 2011: l’anno precedente, a Roma, sono stati organizzati i primi Mondiali della disciplina. Tra i suoi punti di forza, oltre al divertimento, spiccano il coinvolgimento a 360° dei riflessi e della muscolatura. Rispetto al tennis tradizionale, infatti, il beach tennis ha regole a sé stanti che lo rendono del tutto spettacolare. La pallina non può mai sfiorare il suolo, il che implica una reattività extra e movimenti rapidi sulla sabbia. All’iniziale rete da pallavolo si è passati all’utilizzo di una rete di 1,70 di altezza, mentre le racchette sono rigorosamente “lisce” e non oltrepassano i 50 cm. I campi di beach tennis sono ormai rintracciabili in qualsiasi stabilimento balneare: all’ordine del giorno anche i tornei, dove possono sbizzarrirsi tutti gli appassionati e chiunque voglia cimentarsi in questo “evergreen” dello sport vacanziero.

L’appuntamento da non perdere
Concludiamo con un “save the date” irrinunciabile per tutti i fan degli Action Sport: a Senigallia, dal 15 al 23 Luglio avrà luogo la 6° edizione di DeeJay XMasters. La rassegna – la più importante nel settore a livello nazionale – propone gare di beach volley, CrossFit, Triathlon, SUP e moltissime altre specialità ancora nella cornice di un villaggio di oltre 40.000 mq destinato alla pratica, ai corsi ed alle esibizioni di discipline “unconventional” tra cui il kitesurf, il wakeboard, il beach rugby, il flyboard, lo skate board, lo slacklining e il motocross freestyle affiancate da attività collaterali come la zumba e l’acquagym. A fare da leitmotiv sarà l’entertainment puro: gli avventori potranno assistere ai contest o cimentarsi da protagonisti nei vari sport, alternando alle scatenate attività diurne una nightlife in cui pullulano live music e djset.


Potrebbe interessarti anche