Fotografia

Expo 2015: le 5 mostre più belle di Milano

Alberto Pelucco
13 maggio 2015

1 maggio 2015: a Milano comincia l’Esposizione Universale con migliaia di opportunità ed eventi per tutti. Ampio spazio avrà la fotografia, grazie anche al concomitante Photofestival, la più ricca manifestazione milanese totalmente dedicata alla fotografia, che quest’anno si svolgerà in due periodi (dal 20 aprile al 20 giugno e dal 15 settembre al 31 ottobre), per coprire tutto l’arco temporale di Expo Milano 2015 e concludersi con Photoshow (23-25 ottobre 2015).

Vediamo allora quali sono le 5 mostre da non perdere nei prossimi mesi.

Matteo Cirenei - La Torre Velasca dalla terrazza del Duomo, Milano 2014 | Credits: Matteo Cirenei

Matteo Cirenei – La Torre Velasca dalla terrazza del Duomo, Milano 2014 | Credits: Matteo Cirenei

Dedicata al capoluogo lombardo è “Milano: le più belle fotografie della città dell’EXPO 2015”: dal 24/04 al 13/06 alla Galleria Bel Vedere, 24 stampe fotografiche fine art a firma di Gabriele Basilico, Annalisa Cimmino, Matteo Cirenei, Beatrice Mancini e Alessandro Scotti illustreranno le bellezze della città meneghina.

Gabriele Basilico, Roma, 2007

Gabriele Basilico, Roma, 2007

Interamente dedicata all’Italia è invece “Italia Inside Out”, dal 21 marzo al 27 settembre 2015 a Palazzo della Ragione Fotografia. Qui, fotografi italiani come Gianni Berengo Gardin e Luigi Ghirri, e stranieri, tra cui Henri Cartier-Bresson, Herbert List e Robert Capa celebrano paesaggi, città, stereotipi, stili di vita, speranze, sogni della nostra storia recente.

Enrico Pozzoli, La piattaforma gialla | Photo credits: Enrico Pozzoli

Enrico Pozzoli, La piattaforma gialla | Photo credits: Enrico Pozzoli

Non meno interessante – e soprattutto milanese – è anche Enrico Pozzoli, presente fino al 30 maggio allo SpazioGMArte con “Sfumature di momentanea realtà”. Le sue istantanee sono scattate in modo da creare un effetto accattivante. La mente studia l’immagine ed elabora delle associazioni, per identificare quello che vede e far rivivere in toto il contesto dello scatto.

Gruppo di soldati sudisti in una campo di granoturco, 1861 – 1869 | Courtesy Library of Congress

Gruppo di soldati sudisti in una campo di granoturco, 1861 – 1869 | Courtesy Library of Congress

L’Expo 2015 cade proprio nel 150° anniversario della Guerra Civile, qui ricordato dalla mostra “Nordisti contro Sudisti. La Guerra Civile Americana nelle immagini dei National Archives e della Library of Congress degli Stati Uniti”, inaugurata il 9 maggio presso La Casa di Vetro. Arricchita degli scatti di importanti fotografi, quali Mathew B. Brady, Alexander Gardner, Timothy O’Sullivan, ma anche di artisti minori o sconosciuti, la mostra fa parte del progetto “History & Photography”, che con la fotografia racconta la storia del mondo contemporaneo e rende fruibili a tutti collezioni e archivi fotografici pubblici e privati.

Coda all´ingresso Montreal 1967

Coda all´ingresso Montreal 1967

Milano 2015 è solo l’ultima tappa di un viaggio che ha toccato i confini del pianeta. Tra i partecipanti, ecco la Repubblica Ceca, paese leader in gestione delle risorse idriche, tutela dell’ambiente e sviluppo sostenibile, come dimostra la rassegna “La Repubblica Ceca all’Esposizione Universale: da Bruxelles 1958 a Milano 2015, un viaggio lungo 60 anni”, allestita dal 5 al 30 maggio 2015 presso il Centro Ceco di Milano. Scatti di artisti famosi e non raccontano la partecipazione ceca alla prestigiosa manifestazione, condita dalle vittorie della Stella d’Oro a Bruxelles 1958, per l’architettura e l’intrattenimento del padiglione, del Premio per la progettazione architettonica a Osaka 1970, del Premio della Giuria per l’architettura del padiglione a Siviglia 1992, della Medaglia d’Argento per la creatività a Shanghai 2010. Obiettivo della mostra è presentare immagini anche inedite, purché incentrate sulle persone, attori principali di questo grande spettacolo.

Per informazioni su tutte le mostre: www.photofestival.it

Ti è piaciuto questo articolo? Potrebbero interessarti anche: www.luukmagazine.com/italia-inside-out


Potrebbe interessarti anche