Advertisement
Beauty

Extension, si!

Erika Gallo Carrabba
20 maggio 2014

1. extension

Essere delle perfette Rapunzel, oggi si può. Ecco per voi qualche consiglio, affinchè possiate mostrare folte chiome con tre semplici mosse. Vi confesso che amo code alte ben fissate, chignon ben definiti, lunghe trecce (occhi azzurri e calzette rosse a parte), sensualissime onde, boccoli e qualsiasi altro tipo di esperimento si possa realizzare con dei bellissimi e lucentissimi capelli lunghi. Bene, devo confessarvi anche che, con me, madre natura non è stata poi così tanto generosa quanto a velocità di ricrescita dei miei ormai deboli capelli ma ragazze, si sa, il mondo va avanti e qualcuno (forse venendo a conoscenza di casi disperati come il mio), ha ben pensato di partorire quella che, a me piace definire, la “genialata” del secolo!Extension, sì.

Extension come estensione, allungamento. Ragazze, proprio quelle! Se avete una chioma poco folta, che non vi soddisfa più, o semplicemente desiderate rifarvi gli occhi partendo dai vostri capelli, le extension realizzeranno il vostro desiderio più grande! Da eterne Raffaella Carrà, sarete delle sensualissime Rapunzel in un batter d’occhio!Con le extension si può, e soprattutto non è affatto necessario attendere che madre natura muova il suo bel fondo schiena affinchè avvenga, forse, la magia più desiderata. Ora, la domanda è: che tipo di capelli sono? Naturali? Artificiali?

2. extension

Veri? Finti? Plastificati? In cosa consistono le extension? Affinchè l’effetto “naturale” riesca a convincere l’occhio nudo ed abbia un gran bel risultato, le extension di capelli naturali, sono certamente quelle più consigliate. Le predilette sono quelle di capelli naturali indiani poiché si dice siano i capelli meno sottoposti a trattamenti chimici.

Contrariamente, quelle di tipo cinese sono le più sconsigliate poiché, per rendere i capelli più sottili, i cinesi sottopongono gli ultimi ad una lunga serie di trattamenti con particolari acidi nocivi, certamente non “buoni” per le vostre teste! Le extention di capelli naturali sono ovviamente più costose, ma possono essere naturalmente tinte, trattate come fossero i vostri stessi capelli, tanto da raggiungere un risultato davvero ottimale, a tal punto da non distinguerle più dal vostro colore naturale (e questo, è proprio l’obbiettivo da raggiungere). Oltre a quelle naturali, esistono ovviamente anche le extension di capelli artificiali. Queste hanno il “vantaggio” di essere meno costose, ma sono sicuramente consigliabili per un uso più breve, quasi occasionale. I capelli artificiali non possono essere tinti, tuttavia sono disponibili in tantissime tonalità di colore, quindi a meno che non si abbia un colore simile ad un arcobaleno, non dovrebbe essere un’ardua impresa trovarli della propria nuance. E’ certo che occhi intenditori, sapranno meglio riconoscere la qualità di quest’ultimi, ma è pur certo che, oltre alla lunghezza desiderata, è assicurato un gran volume ed un effetto naturale da far invidia. Insomma, è la svolta!

3. extension

Applicare le extension, è un gioco da ragazzi.. lo è di meno riuscire a trovare il metodo più adatto, più affine a voi, ai vostri gusti ed alle vostre necessità o desideri. I metodi più diffusi di applicazione sono tre: extension a clip, extension applicabili con la tecnica del bonding e extension a strisce adesive. Il primo metodo (a clip), è il più semplice. Non richiede l’aiuto del parrucchiere ed è il più consigliato soprattutto per chi non è sicuro che, facendo un allungamento permanente, rimarrà soddisfatto del risultato all’istante. Le clip sono facili da applicare con l’aiuto del pettine e fermagli vari e il tempo impiegato è veramente minimo sia nel fissarle che nel rimuoverle, e poi costano poco! Il secondo metodo, quello con la tecnica del bonding, è forse quello più complesso e anche più costoso, richiede molto più tempo rispetto al metodo a clip, richiede “due mani” ben esperte, ma è di gran lunga il metodo che garantisce un gran risultato più che soddisfacente. La tecnica del bonding, consiste nel legare singole ciocche di capelli ai capelli naturali tramite basi di cheratina o resina. In base alla qualità delle extension, la tecnica va ripetuta almeno ogni quattro mesi  in base alla crescita dei capelli naturali e della cura degli ultimi. Il bonding, può essere applicato con due diverse procedure: a caldo o a freddo. Quella a caldo consiste nel  fissare le ciocche di capelli a dei piccoli anelli in metallo o plastica che, con l’aiuto di pinze speciali, vengono piegati e fissati saldamente ai capelli naturali. La tecnica a freddo, consiste invece nell’intrecciare o cucire ai capelli naturali ciocche individuali di capelli che possono essere sia grandi che piccole.4. extension

 

Il terzo ed ultimo metodo (a meno che non inventino una pozione magica in grado di far crescere i capelli anche in una sola ora, e al giorno d’oggi, ci si può aspettare di tutto), è anche questo abbastanza semplice che, per un risultato visibilmente naturale, richiede però che si abbia di base un gran volume di capelli tale da coprire le strisce  di capelli artificiali.

Esso consiste nell’incollare o cucire ad una fascia o striscia diverse ciocche di capelli, consentendo così, l’applicazione di più ciocche in una sola fase, quindi se così non fosse, si noterebbe di più la mancanza di una striscia intera, rispetto a quella di ciocche singole. Le strisce vengono applicate alle ciocche naturali tramite colla di silicone (avrà le sembianze di una nastro bioadesivo), procedura semplice nel fissaggio, e un po’ meno per quanto riguardo la rimozione, per la quale necessiterà poi l’utilizzo di particolari e specifici solventi sui capelli.

Che dirvi donzelle, buon divertimento e buon nuovo look future Raperonzolo!

Erika Gallo Carrabba


Potrebbe interessarti anche