Arte

FAI e Ferragamo insieme per Casa e Torre Campatelli a San Gimignano

Azzurra Bennet
18 aprile 2016

02.-Torre-e-Casa-Campatelli---Foto-di-Duccio-Nacci,-2016-©-FAI---Fondo-Ambiente-Italiano

Grazie all’intervento di  restauro promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e alla generosa donazione della Maison Salvatore Ferragamo riaprono finalmente al pubblico Casa e Torre Campatelli, storica dimora nel cuore di San Gimignano (Siena), che comprende una delle quattordici torri che contraddistinguono il tessuto urbano del borgo medievale, facendone uno dei gioielli architettonici della città.
Il FAI aveva messo gli occhi su Casa Campatelli di San Gimignano già dagli anni ’80, soprattutto grazie al prestigio del palazzo e alla sua incantevole atmosfera. La struttura settecentesca è stata lasciata in eredità al FAI da Lydia Campatelli nel 2005 e sarà aperta al pubblico dal 16 Aprile di quest’anno.

2.-Sala-da-pranzo-Guido-Peyron---Foto-di-Duccio-Nacci,2016-©-FAI---Fondo-Ambiente-Italiano
La donatrice si è rivelata molto lungimirante nell’affidare al Fondo la meravigliosa abitazione – inserita nella lista UNESCO dei “Patrimoni Mondiali dell’Umanità” – contando che l’associazione non era ancora così famosa all’epoca. In questo modo Campatelli è riuscita a valorizzare il bene e renderlo un luogo molto amato dai turisti, i quali possono così conoscere la storia millenaria che si cela dietro questo sito.
I lavori di restauro, possibili anche grazie all’opera di mecenatismo della storica Maison fiorentina, sono stati affiancati da un progetto di valorizzazione che ha influenzato anche il tema della visita, la quale si svolge su due percorsi distinti: uno multimediale che offre le modalità per entrare a contatto con la storia della casa e di San Gimignano; nell’altro il visitatore può invece addentrarsi nell’intimità della casa e scegliere cosa vedere e dove sostare.


Potrebbe interessarti anche