A modo mio

Falafel al forno con sesamo

staff
8 novembre 2012

I falafel sono un eccellente street food molto diffuso in tutto il Medio Oriente. Li assaggiai per la prima volta da ragazza, durante un viaggio con la mia famiglia. Li trovo buonissimi e divertentissimi da mangiare nel classico pane arabo con insalatine, pomodori, salsine e tutto quello che vi può far gola. Presentano un unico problema: quelli originali sono molto agliati e questo costituisce una vera e propria minaccia per le relazioni interpersonali! Ho quindi pensato a una ricetta ugualmente gustosa, ma a prova di bacio o almeno di chiacchierata!

Ingredienti per 20 pezzi circa:
1 confezione di ceci precotti da 230gr
1 scalogno
1 spicchio d’aglio grosso
tahina (salsa di sesamo)
succo di ½ limone
Circa 8 rametti di prezzemolo
Circa 3 rametti di coriandolo
Sale, olio extra vergine d’oliva e semi di sesamo q.b.
insalatina “pan di zucchero”
fettine di limone,
yogurt bianco
menta

Tempo di preparazione: 25 minuti circa

Procedimento:
Scolate i ceci e asciugateli bene. Tritate finemente lo scalogno e fatelo sudare in un padellino con un goccio d’acqua fino a quando sarà trasparente. Togliete l’anima allo spicchio d’aglio e mettetelo a bollire in un pentolino con dell’acqua. Cambiate l’acqua per 3 volte fino a quando l’aglio non sarà morbidissimo e scolatelo. Tritate finemente le foglie di prezzemolo e quelle di coriandolo.
Mettete in un mixer i ceci, l’aglio, lo scalogno, il prezzemolo, il coriandolo, un cucchiaio da te di tahina, il succo di ½ limone e il sale. Frullate fino a ottenere un composto omogeneo leggermente umido, ma consistente. Se fosse necessario, potete aggiungere della farina di ceci.
Con le mani umide formate delle piccole polpette rotonde o allungate, impanatele con i semi di sesamo e spennellatele con l’olio. Infornate nel forno pre riscaldato a 180° per circa 15 minuti. Ogni tanto scuotete la teglia in modo che si girino. A cottura ultimata, servite ancora tiepidi su un letto di insalatina “pan di zucchero” finemente tagliata, con spicchi di limone. Accompagnate con la tahina allungata con qualche goccia di limone e con lo yogurt al quale avrete aggiunto della menta fresca finemente tritata.

Note:
Se non avete problemi potete aumentare la dose d’aglio a piacere. I falafel possono essere anche un ottimo finger food se li presentate in piccoli pane arabo conditi a piacere.

Vino consigliato:
Con un piatto così profumato e aromatico, mi diverte accostare un vino che lo è altrettanto. Come per esempio uno zibibbo, vitigno introdotto in Sicilia proprio dagli arabi, nella versione secco in purezza. Nella fattispecie mi piace molto Erede, zibibbo secco in purezza dell’azienda vinicola Terre di Shemir, in provincia di Trapani. È un vino dal colore giallo paglierino, con un profumo intenso e persistente, sentori di agrumi, pesca bianca, melone, glicine e gelsomino. In bocca risulta secco, fresco intenso e persistente, ideale per aperitivi e secondi di pesce.

Raffella Mattioli

In questa rubrica Raffaella Mattioli propone ricette veloci, gustose e leggere per aver golosamente cura di se stessi e del proprio tempo. Inoltre, offre consigli e suggerimenti preziosi per esplorare il mondo attraverso profumi e sapori. Raffaella possiede due grandi passioni, le pietre preziose e la cucina. Della prima ha fatto un lavoro, della seconda un hobby con cui rilassarsi, giocare con le figlie e allietare gli amici.


Potrebbe interessarti anche