Woman

Fashion App: la moda delle star a portata di smartphone

Jennifer Courson Guerra
17 maggio 2017

Quando le nostre mamme e le nostre nonne sfogliavano i rotocalchi di un tempo, gli outfit delle dive erano solamente un sogno patinato da guardare da lontano. Le più attente alla moda portavano il ritaglio della fotografia alla sarta, per farsi cucire un abito simile. Alcune attrici avevano i loro stilisti feticcio (basti pensare al legame tra Audrey Hepburn e Hubert de Givenchy), mentre altre custodivano gelosamente i loro segreti di stile. Oggi, nell’era dei social, tutto è cambiato e il guardaroba delle star si è fatto molto, molto vicino a noi.

Non solo, spesso e volentieri, sono le celeb a svelare i brand dei capi che indossano su Instagram o Snapchat, ma le più furbe si sono anche fatte notare per essere diventate loro stesse promotrici dei propri abiti. Come? Con le fashion app che permettono di vendere abiti di lusso second-hand. Che sia per un’iniziativa charity o semplicemente per divertimento, non si contano le star che hanno sfruttato le ultime tecnologie per svuotare il loro guardaroba.

Il mondo delle fashion app però è vastissimo, e non si limita di certo al mercato dell’usato luxury. Se ormai è andato tutto a ruba, ci si può sempre consolare con la novità del momento: le app che analizzano le immagini delle celebrities per trovare marche e stilisti dei loro outfit. Basta un solo tocco, ormai, per sentirsi per un giorno una diva di stile.

Quali sono le applicazioni moda da avere assolutamente e scaricare subito? Sfoglia la gallery per scoprirle tutte!

  • DEPOP: Depop è l’app per vendere abiti e accessori di seconda mano di cui tutti parlano. Un progetto tutto all’italiana ideato da Simon Backerman e l’incubatore di idee H-Farm, dove trovano spazio centinaia di stylist, blogger e it-girls come Chiara Ferragni. Nello shop di “The Blonde Salad” si trovano i pezzi cult dei suoi outfit da milioni di likes, come la shoulder bag con fibbia dorata firmata Roberto Cavalli (370€ su Depop)

  • GOOP: È Gwyneth Paltrow la regina di goop, chiacchieratissimo sito fondato dall’attrice che promuove uno stile di vita alternativo. Cosa c’entra con il fashion? Una volta all’anno, goop organizza “The Annual goop Celebrity Closet Sale”, una svendita charity dove i protagonisti sono gli abiti e gli accessori che le star hanno deciso di donare per la causa. I proventi raccolti sono destinati a progetti di istruzione. Si potrà così pescare dall’armadio di Anne Hathaway, Drew Barrymore o Lena Dunham, facendo anche del bene. Le star di quest’anno non sono ancora state svelate, ma l’anno scorso capi come il top bohemien Rachel Zoe, donato dalla stilista, sono letteralmente andati a ruba (120$ su goop). Scaricate l’app per essere sempre aggiornate!

  • SECRETCLOSET: Secret Closet è la “versione americana” di Depop, anch’essa popolata da star e celebrities che non vedono l’ora di condividere i pezzi cult del proprio guardaroba. Tra i membri eccellenti figura Kendall Jenner, che ha messo a disposizione per i suoi fan borse, accessori e capi come il chiodo in pelle bianca di Acne Studios (600$ su secretcloset.net)

  • CRAVES – Quello che le star vendono sulle app non ti basta? Vorresti tutto, ma proprio tutto, del loro guardaroba? Una soluzione c’è: Craves, un’innovativa app che scannerizza gli outfit delle celebrities, utilizzando la visual search technology. Basterà infatti semplicemente fotografare un’immagine da una rivista o uno screenshot dal web per scoprire che Selena Gomez indossa un chocher 14th & Union (12,97$ su Craves)

  • VESTIAIRE COLLECTIVE: Vestiaire Collective, nato in Francia nel 2009, è un e-commerce a portata di app specializzato in abiti e accessori di lusso. Qui è possibile scovare pezzi limited edition o perdersi nel vintage più remoto con la garanzia di autenticità degli esperti del sito, che valutano ad uno ad uno ogni acquisto. Sono tante le star passate tra le “vetrine virtuali” di Vestiaire Collective. L’ultima in ordine di tempo è Chloë Sevigny, ex modella e icona di stile, che ha selezionato per il sito fantastici capi vintage, come l’abito con ruches anni ’80 in velluto e tulle di Yves Saint Laurent (3000€ su Vestiaire Collective)


Potrebbe interessarti anche