Fashion

Fashion Kids for “Children in crisis”: moda dalla parte dei bambini

staff
2 ottobre 2011


La solidarietà sfila sulle passerelle di Milano Moda Donna.
Ma la vera novità è che, per questa volta, sono i più piccoli a mettersi in gioco.
La moda bimbo per l’autunno-inverno 2011 è stata infatti presentata il 27 settembre, in chiusura della fashion week milanese dedicata ai più grandi (in tutti i sensi).
Un’allegra sfilata sotto le guglie del Duomo, 80 piccoli protagonisti selezionati dal cast di Vogue Bambini una settimana prima dell’evento. Dietro le quinte, la sapiente organizzazione del mensile di moda bimbo per l’appunto, di concerto con la Camera Nazionale della Moda Italiana. Davanti, o meglio in passerella, i più prestigiosi marchi del settore supportati da ospiti d’eccezione.
A cominciare da Cristina Parodi, Simonetta Stronati e Cristiana Paesani che hanno accompagnato le piccole reginette di Simonetta, vestite con leggings e scaldamuscoli. All’appello non sono mancati gli altri brand del gruppo Simonetta Spa: Roberto Cavalli Angels, Roberto Cavalli Devils e Fay Junior. E poi Lavinia Biagiotti e Laura Chiatti, insieme alle Dolls di Laura Biagiotti: in scena piumini e cappottini bianchi da usare nelle giornate più fredde. Alessandra Moschillo e Marco Materazzi hanno invece portato sul catwalk i teschi e i tessuti rock di Richmond Junior. Hanno inoltre sfilato Miss Blumarine, Ermanno Scervino Junior, GF Ferrè e I Pinco Pallino.
Tutti uniti in un’unica passerella per l’associazione “Children in Crisis” Onlus.
Gli oltre 100.000 euro ricavati della vendita dei biglietti, dalle sponsorizzazioni e dalle quote di partecipazione dei vari brand sono stati infatti interamente devoluti a due importanti progetti organizzati dall’associazione: il progetto “Pepita”, che prevede la creazione di un’orchestra di musica classica permanente dedicata ai più piccoli nella città di Milano, e il progetto “Dalla parte delle bambine” che offre 80 borse di studio a piccole meritevoli studentesse della Tanzania, che a causa di problemi economici non possono continuare gli studi nella scuola secondaria.
Il grande successo riscosso dall’evento, sottolineato dal Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana Mario Boselli, fa ben sperare in una nuova edizione 2012.
Per continuare ad aiutare, grazie alla moda, un numero sempre più grande di bambini in tutto il mondo.

 

Martina D’Amelio


Potrebbe interessarti anche