Fashion

Fashion Show Radiography: la sfilata Saint Laurent by Anthony Vaccarello

Mirco Andrea Zerini
28 settembre 2017

La prima giornata della Paris Fashion Week si conclude con lo show di Saint Laurent by Anthony Vaccarello. Al suo secondo anno alla direzione creativa della Maison, lo stilista belga omaggia Parigi e la tradizione di Yves con la sfilata primavera-estate 2018. Ecco tutto quello che c’è da sapere su uno dei defilé più attesi della PFW.

La location. Per presentare la nuova collezione il designer sceglie una location d’eccezione, simbolo della Francia e di Parigi: la fontana du Trocadéro, a due passi dalla Tour Eiffel. La passerella total white a cielo aperto e la magnificenza della torre accesa all’imbrunire hanno fatto da sfondo alle modelle e ai modelli, in un’atmosfera suggestiva ed emozionante.

Il front row. Ad applaudire l’ennesimo successo di Anthony Vaccarello, modelle, celebrities e influencer del calibro di Naomi Campbell, Kate Moss, Lenny Kravitz, Catherine Deneuve, Robin Wright e Chiara Ferragni.

La fashion influencer Chiara Ferragni in uno scatto postato sul suo profilo Instagram poco prima dello show che la ritrae in total look Saint Laurent.

Le modelle. Protagonista indiscussa del catwalk la giovanissima e bellissima Kaia Gerber. La figlia di Cindy Crawford, dopo aver infiammato le Fashion Week di Milano, Londra e New York, è apparsa per due volte in tutta la sua femminilità sulla passerella di Saint Laurent. In primis con hot pants in pelle nera, camicia scollata e sandali dal tacco vertiginoso mentre, in chiusura, con abito balloon dalla scollatura a cuore ricoperto di paillettes ton sur ton e décolleté a punta. Buon sangue non mente!

La nuova promessa del fashion system, Kaia Gerber, nelle due uscite in passerella.

La collezione. “Voglio raccontare la storia di Saint Laurent, di Parigi” così Anthony Vaccarello introduce la sua nuova collezione, caratterizzata da uno squisito stile francese. Amore e sensualità si avvicendano sul catwalk, concretizzati in volumi scultorei, tacchi vertiginosi e gambe scoperte.

Gli elementi fondamentali sono la pelle e le trasparenze audaci, così come frange e piume – vere protagoniste – che hanno arricchito gli abiti e gli accessori.

Hot pants in pelle abbinati a camicie dallo stile vittoriano, abiti inguinali con scollatura a cuore, bluse trasparenti indossate con culotte, top monospalla con fiocchi in satin e minidress in pizzo: una donna che sa come provocare, in puro stile Vaccarello.

La palette è scarna ed essenziale: dominano incontrastati il bianco e il nero, mixati a creare pattern animalier e illuminati qua e là da tonalità metalliche e da tocchi burgundy.

I key pieces. 91 uscite sul catwalk e una serie di capi e accessori che si preannunciano i veri e propri must-have della prossima primavera-estate. Primi fra tutti gli stivali al ginocchio ricoperti di piume, in bianco o in nero, così come l’abito balloon in tutte le versioni apparse in passerella e caratterizzato da volumi inediti.


Potrebbe interessarti anche