Per il mondo con Ginevra

Fashion week di ordinaria follia

Ginevra Rossini
5 ottobre 2014

6ce58f650ec6c2fbb9854be548d00651

Durante la Fashion Week Milano si anima, si riempie di luci, colori e allegria. Diventa più viva, più effervescente, un melting pot di capi eccentrici, persone interessanti, musica e suggestioni. Insomma, per le strada si fa evidente una vivacità che solo chi conosce intimamente Milano è capace di intravedere durante il resto dell’anno.

Partecipo a questa magica settimana da quando sono piccola: mi ricordo che accompagnavo mia mamma e mi diverto tantissimo a provare tutti i suoi vestiti. Puntualmente cercavo di indossarli io – e oggi, tra l’altro, è ancora il nostro maggior argomento di litigio!

Schermata 2014-10-05 alle 10.56.29

Quest’anno per la prima giornata di Milano Moda Donna, il 16 settembre, ho deciso di cominciare bene la settimana partecipando all’evento firmato Polo, organizzato dalla Fasten Seat Belt, che non si smentisce mai nel creare occasioni sempre molto cool e divertenti.

e6d52a8c799fa6f9bc7cb504c98087dc

A seguire, la presentazione di Nina, la nuova borsa icona di Zanellato, che si è svolta in una cornice di grande impatto quale il Teatro Litta. Oltre 160 comparse – ma che sembravano più di mille! –, vestite da un unico telo, formavano due lunghe ali all’ingresso, per poi far entrare il visitatore sul palcoscenico, trovandosi così al centro dell’azione, tra giochi di luce e assumendo il punto di vista degli attori. Devo dire che è stato molto emozionante e di forte ispirazione, la perfetta combinazione tra Teatro e Moda.

e69827d332aa75752f0ca0f986341707

Altro momento top di quest’intensa settimana, una cena tutta speciale organizzata da Moncler: intima, esclusiva e con un ospite d’eccezione… Pharrell! Icona indiscussa del pop, non stento a definirlo “l’uomo perfetto”: oltre che interessante, l’ho trovato una persona estremamente affabile e alla mano, chiacchierone e capace di farsi ben volere da tutti. L’ho rivisto anche il giorno dopo, alla presentazione del libro “Palm Angels” di Francesco Ragazzi, direttore creativo della Maison. Insomma, posso solo dire che ha reso ancor più “Happy” questa MFW!

c7f9ab6247f314e64856cf3e2a449b93

Il teatro Versace è stata poi la location della partnership tra Adidas e Italian Indipendent, in una collaborazione assolutamente azzeccata e super innovativa. La serata è stata animata da dj Cassidy, che ha fatto ballare tutti, e dall’allegria di Lapo con il suo stile inconfondibile e inimitabile.

Schermata 2014-10-05 alle 10.55.26

Voglio chiudere, infine con un evento che mi è stato particolarmente a cuore, quello per il lancio della prima collezione della mia amica di infanzia Beatrice Bongiasca: uscita dalla Centra St Martins di Londra, ha infatti deciso di mettere alla prova il suo talento come jewelry designer nella creazione di “No rice, no life”, presentata in esclusiva in 10 Corso Como.  Le sue sono creazioni delicate e preziose, giovanili ma di gran classe, capaci di fondere il meglio della cultura orientale e occidentale.

08f2ba24bf3453b4ed380fbc1bee7161

Insomma, è stata decisamente una settimana di fuoco, ma anche di grande ispirazione per chi è coinvolto in quel mistero che è il mondo della moda. Per me, è di certo stato anche un modo diverso per stare insieme ai miei amici e alle persone che amo.

‎Unica pecca di questi giorni di ordinaria follia? Le multe assicurate!