Advertisement
Arte

Ferrè e Comte a Parma: i dettagli che fanno la differenza

Rita Cotilli
24 settembre 2016

4366976523_e8e3579141_o-750x499

La creatività e lo stile inconfondibile di Gianfranco Ferrè incontrano l’arte di Michel Comte, uno dei più grandi maestri dell’obiettivo dei nostri tempi, in una doppia mostra che celebra insieme moda e fotografia d’autore.

L’evento –  “Ferrè e Comte/DETTAGLI. Grandi interpreti fra moda e arte – si terrà dal prossimo 30 settembre fino al 15 gennaio 2017 nelle sale del Palazzo del Governatore a Parma. Il progetto si inserisce nell’abito delle numerose iniziative per il bicentenario dell’arrivo, nella città emiliana, di Maria Luigia d’Asburgo-Lorena, Imperatrice dei Francesi e Duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il primo piano del Palazzo ospiterà la sezione “Gianfranco Ferré e Maria Luigia: inattese assonanze”, a cura di Gloria Bianchino e Alberto Nodolini, in collaborazione con la Fondazione Gianfranco Ferré. L’allestimento propone un’ampia selezione di capi delle collezioni Alta Moda e Prêt-à-Porter,  evidenziando l’attenzione dello stilista lombardo per la storia del costume, riflessa nelle sue creazioni, caratterizzate da evidenti richiami alle mode del passato.

La mostra, articolata in diversi ambienti, intende risaltare il dialogo di Ferrè con l’età neoclassica, la stessa che visse da protagonista Maria Luigia, seconda moglie di Napoleone III. Oltre sessanta capi esposti tra camicie, crinoline e brache all’orientale, particolari che rimandano alla cultura napoleonica, destoricizzati e resi contemporanei, creando quelle inattese assonanze con la storia della “Buona Duchessa” e del suo tempo.

land16

Al secondo piano del Palazzo del Governatore sarà, invece, possibile ammirare la mostra “Neoclassic”, a cura di Jens Remes in collaborazione con Alberto Nodolini e Anna Tavani. Attraverso l’obiettivo, Comte riesce a catturare le emozioni suscitate da un passato dominato dal gusto per il bello, il cui fascino rimane tutt’oggi immutato. Sculture, installazioni luminose e immagini, svelano l’interpretazione neoclassica del fotografo svizzero, mettendo in risalto ancora una volta l’immortalità dell’arte, che sopravvive ai simboli e agli uomini, andando al di là di ogni ideologia.

Di entrambe le mostre sono disponibili i cataloghi pubblicati da Skira Editore.

 

Ferré e Comte/ DETTAGLI. Grandi interpreti fra moda e arte
Palazzo del Governatore, Piazza Giuseppe Garibaldi, Parma
30 settembre 2016/15 gennaio 2017
Orari: martedì-venerdì 10.00/ 18.00; sabato-domenica 10.00/20.00


Potrebbe interessarti anche