Cinema

Festival di Cannes 2015

Giorgio Raulli
13 maggio 2015

1

I riflettori si riaccendono sul lungomare più famoso del cinema, la Croisette a Cannes, dove anche quest’anno si svolgerà il celeberrimo Festival, giunto alla 68esima edizione per la direzione artistica dei fratelli Coen (in giuria anche Sophie Marceau, Sienna Miller, Guillermo del Toro e Jake Gyllenhaal).

169135600AZ00018_Inside_Lle

L’appuntamento è per le 19.00 di mercoledì 13 maggio, quando alla cerimonia di apertura seguirà la proiezione (fuori concorso) di La Tete Haute (traducibile con “A testa alta”) della regista francese Emmanuelle Bercot, la drammatica storia di un bambino abbandonato dalla madre e costretto alla delinquenza; il suo incontro con la magistrato Florence (Catherine Deneuve) aprirà finalmente uno spiraglio di normalità sul futuro del ragazzo.

Giovedì 14 sarà la volta del film in concorso Il Racconto dei Racconti, l’attesissimo film fantasy di Matteo Garrone, ispirato a tre fiabe di Giambattista Basile, autore seicentesco del Pentamerone, raccolta di novelle da cui hanno poi attinto molte delle favole europee più famose, riprese dai Grimm e da Perrault. Fuori concorso verrà invece proiettato Mad Max: Fury Road, di George Miller, con Tom Hardy e Charlize Theron, remake della storica saga degli anni ’80 con Mel Gibson.

6

Venerdì 15 la critica potrà vedere, fuori concorso, l’ultimo lavoro di Woody Allen, Irrational Man: la storia di un professore universitario (Joaquin Phoenix) che intreccerà una rischiosa relazione con una studentessa (Emma Stone), ma anche con una sua collega.

Sabato 16 sarà la volta dell’ultimo film di Nanni Moretti, Mia Madre, in concorso, che mette in scena la difficile situazione della regista Margherita (Margherita Buy), separata dal compagno, alle prese con un pomposo attore americano (John Turturro) e con la madre Ada, gravemente malata e prossima alla morte. Sarà proiettato anche The Sea of Trees di Gus Van Sant, in cui potremo esplorare una misteriosa foresta alle pendici del Monte Fuji, conosciuta come “foresta dei suicidi”, insieme a un giapponese (Ken Watanabe) e un americano (Matthew McConaughey), il quale affronterà un viaggio straordinario, tra dubbi, paure e l’amore per sua moglie (Naomi Watts). Nella sezione Proiezioni Speciali sarà presentata l’opera prima dell’attrice Natalie Portman: Una storia di Amore e di Tenebra, basato sull’omonima autobiografia di Amos Oz, racconta l’infanzia e la gioventù dell’autore nel Mandato britannico della Palestina e i primi anni dello Stato di Israele, dal rapporto con la madre alla sua vocazione di scrittore e giornalista.

Domenica 17 il regista statunitense Todd Haynes (famoso per film a tematica omosessuale come Poison o Lontano dal Paradiso) presenterà Carol, storia – tratta dal romanzo omonimo di P. Highsmith – di una ragazza diciannovenne (Rooney Mara) che si innamora di un’altra donna (Cate Blanchett), più grande di lei e fortemente in crisi con il marito.

Nell’ultima settimana del Festival è attesa anche la proiezione del film in concorso Youth – La giovinezza del Premio Oscar Paolo Sorrentino: Fred (Michael Caine), compositore e direttore d’orchestra in pensione, e Mick (Harvey Keitel), regista ancora in attività, alla soglia degli ottant’anni, decidono di trascorrere insieme una vacanza primaverile, durante la quale si troveranno a riflettere sulla giovinezza che ormai li ha da tempo abbandonati. Nel cast anche Rachel Weisz e Jane Fonda.

Interessante sarà anche il nuovo, fedele adattamento dell’opera di Shakespeare Macbeth, con Michael Fassbender nei panni dell’ambizioso signore scozzese protagonista, che prende il trono con l’aiuto della moglie (Marion Cotillard) e delle tre streghe.

Domenica 24 si chiuderà la chermesse con le attese premiazioni e la proiezione del documentario La Glace et le Ciel di Luc Jacquet, sul lavoro del glaciologo francese Claude Loriuos, primo scienziato a interessarsi al riscaldamento globale.


Potrebbe interessarti anche