Letteratura

Festivaletteratura 2014

Maria Stella Gariboldi
31 agosto 2014

mantova

Come ogni anno, insieme a settembre arriva uno degli appuntamenti culturali più attesi del Paese.

Mantova è pronta ad ospitare la diciottesima edizione di Festivaletteratura: Piazza Erbe, Piazza Sordello, gli spazi di Palazzo Ducale si trasformano per fare spazio a decine di migliaia tra ospiti e pubblico che animeranno la città dal 3 al 7 settembre. La città si rende ancora più accessibile, riapre il campeggio, mette a disposizione un servizio di navette che la collegano a Milano e Bologna e aumenta la presenza online del Festival con la trasmissione di alcuni eventi in streaming.

Il programma – consultabile sul sito oltre che sulla app ufficiale del Festival – è ricchissimo e propone  300 eventi gratuiti o a pagamento tra incontri, mostre, laboratori.
Grande attenzione al dialogo tra culture, ai temi dello scambio, della curiosità ma anche dello spaesamento. Tra gli ospiti di questa edizione la brasiliana Adriana Lisboa, lo scrittore di origine bosniaca Alexandar Hemon che parlerà tra gli altri del suo nuovo libro Amori e ostacoli, l’olandese Tommy Wieringa con il romanzo Questi sono i nomi.

2

Nell’ottica di indagare il sentimento culturale è particolarmente interessante il focus che il Festival porrà sulla letteratura palestinese, quale strumento per affermare la propria identità in una situazione di sradicamento ed esilio: ne discuteranno il libanese Elias Khoury, e Mourid Barghouti, che ricorderanno insieme la figura di Mahmoud Darwish (autore di Una trilogia palestinese) e Suad Amiry.
E poi ancora il premio Pulitzer Elizabeth Strout, Julian Fellowes, Micheal Cunningham, Éric-Emmanuel Schmitt. Tra gli italiani invece, ecco la presenza di Alberto Arbasino, Ermanno Rea, Paolo Nori, Lidia Ravera, Gipi, Stefano Benni, i Wu Ming e il vincitore del Premio Strega Francesco Piccolo.

Numerosi anche gli appuntamenti tematici: si rinnova il percorso di incontri dedicati al giallo, si parlerà di letteratura nell’era digitale, di cibo e agricoltura e molto altro. Si riscoprirà il patrimonio della favola d’autore, con la possibilità di consultare centinaia di volumi contenenti testi di Gozzano, Calvino, Bontempelli, Moravia, Landolfi. Novità di quest’anno il progetto Meglio di un romanzo, con l’intento di valorizzare pezzi di scrittura giornalistica e documentaristica che privilegino la lunghezza  e il dettaglio in un momento in cui la sintesi e la velocità delle notizie sembrano regolare l’informazione.

Per informazioni consultate il sito ufficiale di Festivaletteratura www.festivaletteratura.it

Maria Stella Gariboldi


Potrebbe interessarti anche