Advertisement
Motori

Fiat 500 diventa Cult

Cesare Lavia
10 aprile 2014

2014 Fiat 500 Cult Car HD Wallpapers

Entro l’estate sarà commercializzata la nuova Fiat 500 Model Year 2014, presentata in anteprima al Salone di Ginevra il mese scorso.

Molte e importanti le novità introdotte su questo modello, sia in termini di stile che di contenuti tecnologici. Elementi inediti sono rappresentati dalle tre nuove tinte della carrozzeria (Verde Lattementa, Bianco tristrato e Blu Italia, quest’ultimo previsto per il solo allestimento S), dai tre nuovi cerchi in lega da 15″ e da 16″ pollici, dai nuovi interni e dall’innovativo quadro strumenti digitale, sviluppato in collaborazione con Magneti Marelli.

Per la prima volta, infatti, su un’auto di questo segmento, sarà offerto un display digitale TFT da 7″, ove saranno raccolte tutte le informazioni necessarie alla guida e al controllo della vettura. Perfetto connubio tra estetica retrò e modernità tecnologica, il nuovo quadro strumenti sarà di serie sugli allestimenti S e Cult, mentre solo a richiesta sulla versione Lounge.

Fiat-500-Cult-2014-15

Grazie ad esso il guidatore avrà sotto controllo i dati forniti dal tachimetro, contagiri e trip computer, tutti percepibili immediatamente e in simultanea. La parte centrale del display, ove campeggia l’immagine della vettura, sarà configurabile secondo le preferenze del guidatore, il quale potrà scegliere tra le diverse informazioni fornite dal trip computer, quali percorrenza, consumo istantaneo del carburante, autonomia etc.

Gli ingegneri Fiat hanno inoltre previsto l’integrazione con il sistema di navigazione Blue&Me TomTom 2 LIVE, così da rendere possibile la visualizzazione delle informazioni di navigazione sul display TFT da 7″, mentre sullo schermo del navigatore potranno essere gestiti media player, telefono e trip computer.

fiat-500-14

Altrettanto leggibili saranno anche i messaggi di avviso delle porte aperte, della temperatura e del “GSI” (Gear Shift Indicator), il sistema che suggerisce al guidatore l’inserimento della marcia più corretta.

Sempre ampia sarà la gamma delle motorizzazioni offerte, che prevede 3 propulsori a benzina (1.2 da 69 CV, TwinAir Turbo da 85 CV e il nuovo 0.9 TwinAir Turbo da 105 CV), un turbodiesel (1.3 Multijet II da 95 CV) e un benzina/GPL (1.2 da 69 CV Bi-fuel).

Fiat-500-Cult-2014-widescreen-22

Tra i motori che maggiormente esaltano la vocazione ‘metropolitana’ della vettura si deve certamente annoverare il nuovo 0.9 TwinAir da 105 CV, che abbina al concetto di downsizing – riduzione della cilindrata e del peso – quello delle tecnologie raffinate come la sovralimentazione mediante turbocompressore ad alta efficienza, l’integrazione del collettore di scarico nella testa cilindri e l’inedito sistema di controllo delle valvole di aspirazione MultiAir 2. Abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti, il nuovo propulsore 0.9 TwinAir raggiunge la velocità massima di 188 km/h, impiegando appena 10 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Il tutto a fronte di consumi ed emissioni di CO2 ai vertici della categoria: sul ciclo combinato di omologazione sono rispettivamente 4.2 litri/100 km e 99 g/km. È compreso il sistema Start&Stop.

L’aggiornamento 2014 introduce il nuovo allestimento denominato Cult, che andrà a posizionarsi al top di gamma, prima appannaggio della versione Lounge, offrendo non solo un esclusivo livello di stile, ma anche contenuti tecnologici ed ottime prestazioni. Sarà disponibile nelle configurazioni berlina o cabrio e potrà essere ordinata in una delle tante  tinte di carrozzeria disponibili. Il risultato finale è un raffinato accostamento cromatico che conferma come per l’icona Fiat il colore non sia solo una questione estetica, ma proprio parte integrante di una filosofia di prodotto che ha tra i suoi elementi costitutivi carattere, stile e personalizzazione.

fiat-500-cult-7

Sarà inoltre possibile scegliere le calotte degli specchi esterni nella versione cromata o in quella nero lucido; in ogni caso, l’effetto finale è un accostamento contemporaneo e di tendenza con la tinta della carrozzeria, perfezionata dalle preziose ed eleganti cromature previste per i caratteristici “baffi” anteriori e per la maniglia del portellone posteriore.

All’interno spiccano i nuovi sedili in pelle, che potranno essere in pelle nera (con inserti avorio o rossi), in pelle tabacco o in pelle rossa (entrambe con inserti avorio) e che bene si sposano con la plancia interna verniciata nella stessa tinta esterna. La nuova selleria è stata studiata per offrire la miglior ergonomia possibile, garantendo al cliente comfort e personalità in un’unica soluzione.

La versione Cult assicura un alto controvalore in termini di equipaggiamento, che risulta essere decisamente ricco, offrendo infatti il nuovo quadro strumenti con display TFT da 7″, il climatizzatore automatico, i sensori posteriori di parcheggio, il tetto in vetro fisso con tendina parasole, i sedili in pelle, il volante in pelle con comandi Blue&Me e il servosterzo elettrico Dualdrive. Sempre di serie sono il sedile posteriore sdoppiato (50/50) con appoggiatesta regolabile in altezza e la radio Cd/Mp3 dotata di sistema vivavoce Blue&Me con tecnologia Bluetooth (riconoscimento vocale, comandi al volante, lettore file audio digitali con porta USB).

Anche nel campo della sicurezza la 500 Cult non conosce rivali, e lo dimostrano il sistema ABS+EBD, gli airbag guidatore e passeggero con sistema Dual stage, gli airbag laterali, i windows bag, gli airbag per ginocchia, gli attacchi Isofix, le luci diurne (DRL) e il sistema ESP, completo di ASR/MSR, HBA e Hill Holder.

Con questa nuova Cult, dotata di un siffatto concentrato di tecnologia e di stile, sembra che gli ingegneri Fiat si siano voluti rivolgere a un preciso target di grandi intenditori, se non addirittura di veri e propri collezionisti.

Cesare Lavia


Potrebbe interessarti anche