Advertisement
Lifestyle

Fieracavalli 2015: il mondo equestre conquista Verona

Valeria Boraldi
11 novembre 2015

cavalli1

Dal 5 all’8 novembre, la 117^ edizione di Fieracavalli, evento considerato punto di riferimento dall’intero mondo dell’equitazione, come ogni anno, ha portato nella città scaligera storia, cultura, sport ed emozioni legate al mondo del cavallo. Tutti gli amanti di questo maestoso e potente animale hanno avuto la possibilità di essere coinvolti, a seconda dei propri interessi e delle relative passioni, da una grande varietà di iniziative, che si sono sviluppate animatamente all’interno del quartiere fieristico della città veronese.

Grandissimo protagonista della manifestazione è stato, come da tradizione, lo sport, grazie allo svolgimento di Jumping Verona, giunto al suo quindicesimo anno di vita, che ha permesso agli spettatori di assistere ad eventi e concorsi di carattere nazionale ed internazionale. Altissima fibrillazione per la finale dell’unica tappa italiana – quarta del girone Europa Occidentale – del Grand Prix Longines FEI World Cup™ presented by Fixdesign, in cui il gotha del Salto Ostacoli – 40 cavalieri – si è sfidato con grinta e tenacia.

Jumping Verona - class 14 Longines Fei World Cup Jumping - Premio Fixdesign Simon Delestre on Hermes Ryan Verona,8th nov.2015 ph.Stefano Grasso/Fieracavalli

Jumping Verona – class 14. Longines Fei World Cup Jumping – Premio Fixdesign. Simon Delestre on Hermes Ryan. ph.Stefano Grasso/Fieracavalli

Il vincitore, Vince Simon Delestre, in sella al suo validissimo compagno, Hermes Ryan, è riuscito a svolgere un secondo percorso netto, portando il cronometro a fermarsi dopo soli 36.46 secondi: il cavaliere francese è così divenuto il nuovo leader della ranking di Western League di Coppa del Mondo e si è aggiudicato l’Orologio Ufficiale della manifestazione, il modello decorato con diamanti e cesellato in acciaio della nuova collezione DolceVita di Longines, presentato durante questa edizione. L’esclusiva Maison svizzera di orologeria, infatti, sostiene fedelmente l’evento, in particolar modo dopo aver siglato nel 2013 un accordo di sponsorizzazione, che l’ha portata a divenire il primo Top Partner della FEI (Federazione Equestre Internazionale) e suo Cronometrista, oltre che Orologio Ufficiale.

Altro importante protagonista di Fieracavalli è stato il turismo. Dopo il lancio della prima guida Italia a cavallo, edita da Touring Club Italiano, dal progetto La valigia in sella sono giunte nuove proposte, relative al turismo equestre oltre confine. In Oman, ad esempio, la Royal Cavalry, istituzione equestre storica del Sultanato, è stata tra le prime, a livello internazionale, a scegliere l’evento scaligero per promuovere lo svolgimento nel proprio territorio di attività turistiche a cavallo. Si passa poi alla contea irlandese di Meath, dove è possibile muoversi tra le verdi vallate attraverso escursioni in sella organizzate dalla Royal Meath Equestrian. In Montana, infine, Natalia Estrada e Andrea Mischianti, due tra le personalità più amate nell’universo western, propongono affascinanti ed avventurosi viaggi organizzati.

image-10-11-15-01-58-3

Un mix di emozioni, natura e sport per la manifestazione, che quest’anno ha attirato più di 160 mila visitatori: un numero che parla da solo e che esprime la grande passione che il mondo intero continua a provare nei confronti di questi meravigliosi animali, oltre al profondo rapporto d’amore e fiducia che lega il cavallo e l’uomo. Come dice lo stesso claim della manifestazione, si tratta di affinità naturali.


Potrebbe interessarti anche