A modo mio

Filetti di coda di rospo ai sapori autunnali

Raffaella Mattioli
9 novembre 2017

La coda di rospo o rana pescatrice è un pesce bruttissimo, quasi preistorico da vedere, ma le sue carni sono buonissime. Ve lo propongo in questa ricetta insieme alla zucca, ai porcini e al cavolo nero: un trionfo autunnale fra sapido, dolce e amaro.

Ingredienti per 2 persone:
2 filettini di coda di rospo
olio evo, sale, pepe q.b.
Uno spicchio d’aglio
Il succo di mezzo  limone
300 gr. di zucca mantovana
1 piccola patata
1 piccolo porro
2 foglie tenere di cavolo nero
2 porcini piccoli
brodo vegetale (carota, sedano, cipolla)
olio di semi di arachide

Tempo di preparazione: 30 minuti circa

Procedimento:
Iniziate con la vellutata di zucca: tagliate la zucca e la patata a quadretti, il porro a rondelle sottili; unite tutto in una casseruola e fate rosolare con un filo di olio evo; quindi coprite con il brodo vegetale precedentemente preparato.
Quando le verdure saranno morbide al punto giusto, frullate tutto fino ad ottenere una crema. Tenete in caldo.
Mondate i porcini, tagliateli a fettine non troppo sottili e fateli rosolare con olio evo, uno spicchio d’aglio ed un pizzico di sale. Tenete in caldo.
Lavate ed asciugate le foglie di cavolo nero, tagliatele a julienne e friggetele brevemente in olio di semi di arachidi.
In una padella fate velocemente rosolare i filetti di coda di rospo con un filo di olio evo e salate, aggiungendo solo alla fine il succo di mezzo limone.
Componete quindi il piatto con il filetto, la crema d zucca, i porcini e il cavolo nero fritto.

Vino consigliato:
Un eccellente Friulano come il Lis Neris Isonzo Friulano la Vila, dagli intensi sentori di pesca, fiori di campo e mandorla; in bocca è ricco, piene, fresco e persistente.

 


Potrebbe interessarti anche