Architettura

Forest City: una nuova frontiera per le città del futuro

Roberto Levati
24 marzo 2017

Dopo il grande successo del Bosco Verticale di Stefano Boeri, uno degli edifici più fotografati di Milano, stanno spopolando in tutto il mondo edifici che ne riprendono i principi e la composizione. Ma c’è chi immagina intere città strutturate sulla forte integrazione tra edificio e vegetazione, rispolverando gli antichi concetti delle Garden City inglesi a cavallo tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900.

Oggi abbiamo deciso di raccontarvi un progetto innovativo, premiato con il secondo posto ad un concorso di idee per una città malesiana: Forest City di studio LAVA.

Prendendo le distanze dai quartieri residenziali di nuova generazione, poiché “gli skyline di tutto il mondo hanno lo stesso aspetto – di solito un paio di torri iconiche al centro, circondare da una miriade di edifici di qualità inferiore, tutti rassomiglianti tra loro”, lo studio australiano-tedesco pone massima attenzione allo spazio pubblico tra gli edifici, chiamato a diventare esso stesso il punto di riferimento dell’intero quartiere. Nell’insediamento, infatti, non sono previste torri o grandi edifici monumentali, a favore di una serie di edifici più minuti che lasciano spazio ad una vera e propria foresta di alberi e vegetazione.

Questa foresta si sviluppa in cinque diverse sezioni, ciascuna rappresentante uno dei 5 elementi della cultura taoista cinese: legno, fuoco, terra, metallo e acqua; e allo stesso tempo incarna i 5 pilastri tipici delle città sostenibili, secondo lo studio LAVA: economia, ambiente, socialità, cultura e equità.

Il progetto, sviluppandosi su diversi livelli, approfondisce il tema delle Layered city, vere proprie città stratificate dove pedoni, traffico veicolare e trasporto pubblico hanno un livello dedicato e indipendente dagli altri, permettendo una migliore gestione degli spostamenti e un incremento della sicurezza.

Il verde non è solo protagonista del piano terra. In tutti gli edifici si distribuiscono terrazze e giardini pensili su diversi livelli, conferendo all’intero quartiere un carattere perfettamente integrato con la natura circostante che, nei mesi più caldi, regala un’atmosfera unica al mondo!

 

 


Potrebbe interessarti anche